La Ferrari conferma i colloqui con Ross Brawn

ferrari

Nick Fry e Ross Brawn si stanno dando da fare con molta energia per non far cessare l'attività dell'ex squadra Honda. Il più attivo è Brawn, che dopo aver cercato di coinvolgere Michael Schumacher, si sta muovendo su due fronti: da un lato cercando uno o più grossi investitori; dall'altro esplorando possibili forniture motoristiche.

In quest'ambito la corsia preferenziale è quella della Ferrari, dove il tecnico inglese è ancora di famiglia, come conferma lui stesso sulle pagine della Gazzetta dello Sport: "Alla Honda ci è stato detto che non forniranno propulsori ed è per questa ragione che ho contattato Maranello. Non abbiamo ancora firmato nulla, ma ho già apprezzato il sostegno di Luca di Montezemolo e di Stefano Domenicali. Con loro è come essere vecchi compagni di classe. Mi considerano sempre uno del gruppo".

L'ingegnere britannico, con luminosi trascorsi al "cavallino rampante", è consapevole delle difficoltà che lo attendono: "Non abbiamo l’acqua alla gola perché installare un altro blocco in questa vettura dovrebbe richiedere solo sei settimane di lavoro. Tuttavia è poco probabile che riusciremo a partecipare a prove private durante l’inverno. E' per questa ragione che lavoriamo già in ottica 2010. Per noi il 2009 dovrebbe essere un anno di transizione".

Dall'Emilia Romagna, intanto, giunge la conferma della disponibilità alla fornitura, come sottolinea un portavoce della scuderia italiana: "Ci è stato chiesto se saremmo in grado di dar loro i motori e abbiamo detto di sì. Questo è tutto". Ciò significa che un accordo non è stato ancora raggiunto, ma che se ci saranno i presupposti l'intesa potrebbe essere abbastanza fluida.

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: