GP Singapore F1 2013, Vettel e le sue riflessioni dopo la gara

Sebastian Vettel ha vinto in modo dominante il Gran Premio di Singapore di Formula 1. Il successo di ieri lancia il pilota tedesco della Red Bull verso la gloria iridata.

Con il risultato conseguito sul circuito di Marina Bay, il campione del mondo in carica compie un altro passo verso il quarto titolo consecutivo. Ormai le possibilità di una rimonta si fanno sempre più improbabili per gli altri, anche se la matematica lascia aperte le porte della speranza.

Vettel è stato di un altro pianeta a Singapore, dove si è espresso in modo impeccabile, con una monoposto siderale, avanti anni luce rispetto alle altre. Con queste premesse è difficile credere che qualche collega possa soffiargli la gloria finale.

Parlando della sfida di ieri, l’asso tedesco si esprime in questi termini su Eurosport: “E’ stato un bel successo. Tutti i membri del team hanno lavorato duramente e li ringrazio tanto. Una bellissima soddisfazione vincere a Marina Bay. Sono messo bene in classifica, ma non sto pensando al mondiale. Preferisco gustare i singoli momenti. La macchina è fantastica e tutto questo non accade per caso. Ci sono molte persone che lavorano tantissimo per andare veloci. E' un piacere guidare questa macchina". Non c’è dubbio!

Il fatto è che le doti della monoposto di Milton Keynes producono effetti di tenore diverso sui rivali che, nonostante gli sforzi, non riescono a saldare il divario. Fernando Alonso, ieri, ha fatto del suo meglio, rendendosi protagonista di una splendida gara, ma la Ferrari non era all’altezza della Red Bull. In queste condizioni verrebbe la tentazione di alzare la bandiera bianca, ma il pilota spagnolo del “cavallino rampante” non si arrende, come è gusto che faccia un grande campione.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail