Appendici aerodinamiche mobili: una soluzione che la Fia è pronta ad accogliere

fia

La Fia auspica l'arrivo, in tempi ragionevolmente brevi, di ulteriori novità tese a ridurre i costi e ad accrescere lo spettacolo della Formula 1. In una lettera indirizzata alla Fota, la Federazione ha evidenziato la necessità di adottare al più presto altre misure che rinvigoriscano la competizione, scongiurando i rischi che la difficile congiuntura internazionale lascia in sospeso per il futuro.

Il presidente Max Mosley trova interessante la possibilità di standardizzare alcuni componenti molto costosi, come il cambio. Inoltre vede di buon occhio la riduzione del regime di rotazione da 18.000 a 17.000 giri. Tra le altre proposte allo studio quella di una distribuzione standard dei pesi e l'impiego di gomme a minore consumo. Ma occorre agire anche sul fronte dello spettacolo, per evitare che gli appassionati si disaffezionino dai Gran Premi, sempre più monotoni.

In quest'ottica la Fia evidenzia la disponibilità a consentire l'adozione di dispositivi aerodinamici mobili. Nella missiva di Max Mosley ai costruttori si legge quanto segue: "Nessuno dei provvedimenti presi sino ad ora ha risolto il problema dei sorpassi. Quando la vettura più veloce si avvicina a quella davanti, tende nuovamente a staccarsi. Vorremmo l'aiuto della Fota per analizzare l'impiego di parti aerodinamiche mobili. Con la moderna tecnologia, queste potrebbero essere impiegate per dare alla vettura maggior carico e più stabilità nelle situazioni in cui i flussi sono disturbati".

L'impiego delle appendici flessibili era già in voga nei decenni passati, prima dell'interdizione ufficiale del 1969, causata dall'incidente accorso al Gran Premio di Spagna a Graham Hill e Jochen Rindt. Il loro uso, in forma sottile e al limite del regolamento, è stato ripreso in tempi più recenti, con alettoni che nei rettifili recuperano un profilo meno inclinato, per agevolare lo scorrimento, mentre in curva tornano alla configurazione base, per una migliore deportanza.

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: