Bentley Continental GT3 debutta in gara ad Abu Dhabi

Le gare riservate alle granturismo sono sempre gradevoli, perché chiamano in causa auto che appartengono ai sogni degli appassionati. Ora anche la Bentley Continental GT3 è pronta al debutto agonistico.

Quale scelta migliore, per un’auto di tale pregio, della 12 Ore del Golfo 2013, in programma ad Abu Dhabi il 13 dicembre? A voi la risposta. Mi vengono in mente i nomi di Montecarlo e Dubai come possibili alternative, in termini di immagine, per un marchio così blasonato.

La gara di Yas Marina, suddivisa in due eventi separati, avrà un’importanza particolare per gli appassionati, perché segnerà il ritorno di Bentley alle gare automobilistiche dieci anni dopo la sua schiacciante vittoria alla 24 Ore di Le Mans nel 2003.

Guardando questo prodotto della “B” alata, dal look audace e aggressivo, si percepisce l’impegno infuso dai progettisti per guadagnare la massima efficacia in pista. Il corpo della coupé d’oltremanica, nella variante da gara, è reso più muscoloso dallo specifico kit aerodinamico, con vistosi spoiler, nuove prese d’aria, minigonne, paraurti maggiorati, enorme alettone posteriore.

La Continental GT3 è destinata a competere nelle più prestigiose gare endurance, per mostrare il lato più competitivo della bella granturismo da cui deriva, spingendone al limite le prestazioni. Gli esiti dei test sin qui condotti sono stati incoraggianti, lasciando sperare in un debutto luminoso, che farebbe onore alla nobile tradizione.

Questa creatura è spinta da una versione racing a carter secco del potente quanto efficiente V8 biturbo da 4 litri stradale di Bentley, in grado di erogare fino a 608 CV in configurazione gara senza flange. Facile intuire il tenore delle performance.

Foto | Bentleymotors.com

  • shares
  • Mail