Scuderia S.Giorgio: 4° assoluto alla 24 ore di Telethon all'Adriaraceway



Splendido esordio in una prova endurance per la Scuderia San Giorgio, solitamente impegnata in gare di regolarità auto storiche, che ha conquistato un eccellente quarto posto assoluto alla 24 ore di Telethon, svoltasi nel week-end scorso presso l’autodromo di Adria, in concomitanza con la maratona televisiva benefica.


La manifestazione, giunta alla quinta edizione, ha visto al via ben 18 equipaggi che, partiti alle 16.00 del sabato si sono dati battaglia fino alle 16.00 della domenica, senza concedersi tregua neppure nel corso della notte, caratterizzata da un clima inclemente che ha messo a dura prova auto e piloti. Il team della Scuderia San Giorgio 1947 era formato da otto piloti selezionati dal ds Fabbri Leonardo, provenienti da varie categorie automobilistiche, primo fra tutti l’ex pilota di Formula 1 Mimmo Schiattarella, che alternandosi con Alessandro Bozzolan alla guida della Mitsubishi Lancer EVO IIIV da 290CV.

( L’auto impiegata è uguale per tutti secondo una oramai consolidata formula monomarca che mette tutti i condizioni di parità e favorisce lo spettacolo) hanno condotto le ultime 4 ore di gara portando la Scuderia ferrarese ad un passo dal podio.

Il week end per la Scuderia San Giorgio 1947 era iniziato male, con un incidente nelle libere del venerdì che precludeva la partecipazione alla super pole, necessaria a definire la posizione in griglia di partenza e che relegava il team a partire in ultima fila.

Si prospettava quindi una gara tutta in salita, ma grazie ad un primo giro esaltante di Schiattarella, che recuperava sette posizioni fin dal primo giro portando dopo la prima ora di gara l’equipaggio ferrarese in 7^ posizione.

Le avverse condizioni climatiche, che per l’intera notte hanno imperversato sul circuito, creando problemi di scarsa visibilità e ridotta aderenza, al punto da rendere necessario l’intervento della safty car, non hanno risparmiato neppure i nostri portacolori, incorsi in un’uscita di pista che non ha tuttavia compromesso ne la meccanica ne la performance. Forse più significative ai fini della classifica finale alcune discutibili penalità inflitte dalla direzione di gara.

Dalle prime luci dell’alba, grazie ad una insperato miglioramento del meteo, che ha poi regalato una intera giornata di sole, il team sfruttando una condotta di gara fino a quel punto ben gestita, ha potuto imprimere un ritmo serrato che ci ha portati fino in 3^ posizione a 3 ore dalla bandiera a scacchi. Sul finire della competizione, sono stati i giochi delle soste per i rifornimenti e i cambi gomme a negare al squadrone il piacere di salire sul podio.

Resta la soddisfazione per un quarto posto che rappresenta un importante piazzamento per degli esordienti e che lascia ben sperare per il futuro.

A sottolineare il valore di tale prestazione, va detto che il primo posto è andato all’equipaggio di casa che correva per i colori dell’autodromo tra i cui piloti figuravano Giancarlo Fisichella.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail