Rally di Montecarlo: Basso conquista punti IRC



L’edizione numero 77 del Rallye di Montecarlo sarà ricordata come una delle più difficili degli ultimi anni. Condizioni meteorologiche quasi proibitive – neve, ghiaccio, pioggia, nebbia – e un finale interamente in notturna, che si è rivelato decisivo e ricco di colpi di scena.

Nell’ultima tappa Giandomenico Basso e Mitia Dotta, al volante dell’Abarth Grande Punto S2000 ufficiale, hanno mantenuto un buon passo, vincendo anche una delle 4 prove speciali in programma concludendo al quinto posto assoluto. Il bilancio della sua gara sarebbe stato migliore se una foratura non lo avesse rallentato nel primo passaggio sul Col de Turini, dove aveva realizzato il miglior intertempo.

Peggio è andata al suo compagno di squadra Anton Alen, in coppia con Timo Alanne. Il giovane finlandese è apparso piuttosto incisivo e, al termine dell’ultima prova speciale, era 6°. La rottura del cambio a pochi km dal traguardo di Montecarlo ha posto fine alla sua gara.

Ritiro per la Grande Punto S2000 del Team Astra (rottura dell’alternatore), condotta dal finlandese Toni Gardemeister, che stava disputando un’ottima gara. Dopo il primo passaggio sul Col de Turini era infatti secondo assoluto.

Da segnalare il successo tra le 2 Ruote Motrici dell’IRC della Fiat Punto Super 1600 del ligure Manuel Villa, in coppia con Angelo Canova.

Il prossimo appuntamento dell’Intercontinental Rally Challenge è il Rally del Brasile, in programma a Curitiba dal 5 al 7 marzo.

Classifica Rallye di Montecarlo: 1. Ogier-Ingrassia (Peugeot 207 S2000) 4 ore 40’45”7; 2. Loix-Smeets (Peugeot 207 S2000) a 1’43”6; 3. Sarrazin-Renucci (Peugeot 207 S2000) a 2’21”6; 4. Kopecky-Stary (Skoda Fabia S2000) a 3’17”3; 5. Basso-Dotta (Abarth Grande Punto S2000) a 4’28”0; 6. Romeyer-Fournel (Mitsubishi Lancer) a 20’30”3; 7. Burri-Gordon (Abarth Grande Punto S2000) a 21’23”0, 8. Betti-Mattioda (Renault Clio) a 24’04”8.

Via | Comunicato Stampa

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: