In giro con una Formula Ford omologata per la circolazione stradale? In Germania c'è chi lo fa

Formula Ford omologata stradale

Se ricordate bene tempo fa vi avevamo già proposto una Dallara Formula omologata stradale da un folle (e fortunato) appassionato americano, e ora torno a parlare di una cosa simile visto che anche in Germania - e quale paese europeo sennò - c'è chi è riuscito ad omologarsi una Formula Ford.

O meglio un piccolo "ibrido", visto che un certo Christian Maier, appassionato 40enne è riuscito nell’impresa di costruirsi una monoposto stradale, coronando cosi un desiderio che lo solleticava da tempo: la base di partenza è una Formula Ford, alla quale però è stato montato un propulsore Opel, quello della Calibra Turbo da 204 cavalli.

Il peso dell’auto è salito di ben 105 chilogrammi, arrivando a quota 525, ma del resto sono state necessarie alcune modifiche come i parafanghi fissi per le ruote, i fanali anteriori e posteriori, indicatori di direzione, clacson e targa, ed i tanti piccoli accorgimenti che permettono ad una automobile la libera circolazione stradale nel rispetto delle leggi comunitarie.

Formula Ford omologata stradale
Formula Ford omologata stradale
Formula Ford omologata stradale


Ma il risultato è praticamente un sogno che si avvera, visto che qualsiasi appassionato di automobili vorrebbe avere la possibilità una volta nella vita di guidare una auto da competizione monoposto, se poi la guida avviene - tra gli sguardi sbigottiti sulle strade di tutte giorni - siamo quasi all'estasi.

E fortuna che esistono alcuni stati che permettono la possibilità di realizzare anche questo tipo di sogni. E non c'è bisogno di volare in america per farlom visto la grande Germania è qui ad un passo: lo stato che ospita alcune delle case automobilistiche più famose al mondo e quella cultura chiamata dalle nostre parti “crucca” che si fonda sulla razionalità un po’ gelida in ogni campo della vita.

E come riportano sempre i nostri cugini di Autoblog nella loro news, questa auto e questa storia non possono altro che stuzzicare la curiosità con una domanda che tutti vorremmo rivolgere ai responsabili del Ministero dei Trasporti, Aci e Motorizzazione Civile del nostro Stato.

Molto semplice: perché nel mondo, dagli States alla Germania, passando per la virtuosa Gran Bretagna tutti possono costruirsi automobili, elaborare con coscienza, migliorare le doti dinamiche delle automobili con favolosi impianti frenanti, oltretutto Italiani, sospensioni, ottimizzazioni di motore e parti meccaniche.

Ma non solo, possono costruirsi auto in Kit, possono sostituire per intero parti di automobili, possono creare fenomeni e nuove nicchie di mercato, vedi Hot Road, possono dare sfogo alla passione nei confronti dell’automobile e della guida alla luce del sole e “Da noi no” e se ni, con molti problemi.

Perchè qui da noi tutto questo è NEGATO?

via | Autoblog

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: