I diffusori di Williams e Toyota potrebbero essere fuori norma

diffusore

L'inizio del campionato si avvicina e i team di Formula 1, tra un test di sviluppo e l'altro, cercano di fare la radiografia anche alle monoposto dei rivali, per coglierne i punti di forza e di debolezza, ma anche le eventuali irregolarità. Dopo l'irritazione per gli scarichi fuori misura della Ferrari, arrivano i dubbi sull'altezza del diffusore posteriore di Williams e Toyota.

Questo elemento non dovrebbe superare i 175 millimetri, ma nei bolidi di Grove e Colonia avrebbe varcato la soglia, generando vantaggi sul fronte della deportanza. In realtà il regolamento non è univoco, ed offre qualche buco interpretativo sulla questione. Per dissolvere le incertezze, le vetture "incriminate" saranno ispezionate dalla Fia.

L'esito delle valutazioni dei commissari consentirà di fare chiarezza sul dimensionamento dell'appendice. Qualora il diffusore impiegato dovesse passare l'esame, sarebbe verosimile una revisione in tempi rapidi dei diffusori delle altre scuderie, che non potrebbero permettersi di lasciare per strada un simile valore aggiunto. Da quel che si apprende i tempi della verifica non dovrebbero essere lunghi.

Sul caso Williams e Toyota non giungono commenti dai top team. Solo Pat Symonds, direttore tecnico della Renault, dice la sua, ma senza sbilanciarsi: "I loro diffusori sono certamente interessanti, ma non penso sia il caso di far commenti sulla loro legalità. Ci penserà la Fia. Abbiamo chiesto delucidazioni, ma non ne abbiamo ancora avute".

Via | Racingworld.it

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: