F1: Valencia, la rinuncia al GP è definitiva

"Al momento non possiamo permetterci la Formula 1", queste le parole del presidente della 'Comunidad Valenciana'

Valencia dice addio alla Formula 1, almeno fino a quando non si concluderà questo lungo periodo di crisi economica. “Al momento non possiamo permetterci la Formula 1”, sono le lapidarie parole di Alberto Favra, il presidente della ‘Comunidad Valenciana’ ad una rete locale. Dopo aver ospitato la gara (denominata Gp d’Europa) tra il 2008 ed il 2012, già quest’anno la città spagnola era uscita dal calendario del Mondiale e non era stata inserita nel programma provvisorio per la prossima stagione.

Tuttavia, restava ancora qualche possibilità che potesse alternarsi con il circuito di Montmelò, per quanto riguarda il Gp di Spagna, per il quale ci sono state anche polemiche, nei mesi scorsi, con gli organizzatori della tappa di Barcellona. La questione è principalmente economica: “Non possiamo spendere soldi che potrebbero essere risparmiati – ha proseguito Favra – non possiamo mentire ai cittadini e mantenere spese superflue, a discapito di altre che sono fondamentali”.

Queste parole chiudono definitivamente la partita e lasceranno a Barcellona l’unica gara iberica del Mondiale 2014 e probabilmente anche nelle stagioni successive. Concludendo questa intervista, il presidente della ‘Comunidad Valenciana’ ha anche reso noto che è stato raggiunto un accordo con Bernie Ecclestone, per evitare il pagamento della penale di 54 milioni di euro, per la rescissione unilaterale del contratto in essere con la Formula 1.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: