F1, Red Bull: "Nessuna garanzia di primato nel 2014"

La Red Bull sta dominando anche questo campionato del mondo di Formula 1, confermando una supremazia che va avanti ormai da tanto tempo.

Il team di Milton Keynes si appresta a guadagnare il doppio successo iridato consecutivo, in una stagione agonistica dove gli avversari non hanno avuto la possibilità di contrastarne il passo, se non in un numero circoscritto di casi.

Un trend del genere lascia immaginare che anche l’anno prossimo questo possa continuare, ma gli uomini delle “lattine volanti” sono cauti e preferiscono appellarsi alla prudenza.

Del resto nel 2014 sono attese grandi novità regolamentari, che azzereranno i valori, costringendo tutti a partire praticamente daccapo. Così il vantaggio competitivo potrebbe essere neutralizzato, disegnando nuove geografie dei valori, anche se la capacità tecnica e progettuale di un team continuerà a fare la differenza.

Su questo fronte la Red Bull ha dimostrato a più riprese di essere in forma, quindi non ci sono motivi per dubitare su una presenza delle sue monoposto nei piani alti della classifica anche nel calendario sportivo che si profila all’orizzonte.

Christian Horner usa, però, tutte le cautele del caso, come si evince dalle sue dichiarazioni a Sky Sport, parzialmente riprese dal sito di F1 Times: “Quando si parte con un regolamento completamente diverso, si possono azzeccare le cose, ma si possono pure sbagliare. Nessuno potrà avere un’idea precisa della situazione prima della gara inaugurale della prossima stagione agonistica. Non si possono fare delle previsioni, anche perché gli avversari sono molto agguerriti, ma ci conforta il fatto di avere buone persone in squadra e un ottimo partner motoristico. Tutto quello che possiamo fare è cercare di svolgere il nostro lavoro nel migliore dei modi, poi vedremo come andrà a finire”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail