F1, Webber: "Meno spettacolo con le nuove regole"

webber

Le nuove regole introdotte in Formula 1 hanno fra gli obiettivi principali quello di aumentare il livellamento fra le monoposto, per rendere più eccitanti le gare. I primi test compiuti dalle squadre, in effetti, hanno fatto vedere dei tempi abbastanza simili, ma potrebbero non rispecchiare i valori i campo.

Questo è quello che pensa Mark Webber, convinto che le nuove disposizioni sortiranno l'effetto di aumentare le distanze: "Penso che gli scarti saranno più grandi". Il pilota australiano ne è tanto sicuro che passa a illustrarne le misure: "L'anno scorso i distacchi erano di due decimi in qualifica, quest'anno potrebbero salire a quattro. Per cui è facile immaginare i divari che ci saranno dopo tre giri di corsa".

Poi l'alfiere della Red Bull aggiunge: "Tutti dicono che lo spettacolo deve essere migliorato, ma ci sono state alcune gare eccitanti l’anno scorso. Le ultime due stagioni sono state molto interessanti sotto questo profilo. Sogna chi pensa che lo spettacolo sarà migliore quest’anno".

Nella sua intervista a "Motorline" Webber completa il ragionamento con una considerazione che potrebbe spaccare la platea. Secondo lui c'è il rischio che la nuova veste aerodinamica agevoli troppo i sorpassi, rendendoli eccessivi e quindi controproducenti: "Non è molto eccitante avere 10.000 sorpassi ogni gara. E' necessario che un sorpasso sia difficile perché se è troppo facile le gare diventeranno come quelle dell'Indy Car, e non è molto eccitante". A questo punto la parola passa a voi.

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: