Gp Abu Dhabi F1 2013: cannibale Vettel, Alonso quinto

Il tedesco conquista l'ennesimo successo dell'anno a Yas Marina, è doppietta Red Bull con Webber secondo. Bella rimonta Ferrari

a:2:{s:5:"pages";a:10:{i:1;s:0:"";i:2;s:42:"Gp Abu Dhabi F1 2013, gara: il tempo reale";i:3;s:41:"Gp Abu Dhabi F1 2013, gara: presentazione";i:4;s:48:"Gp Abu Dhabi F1 2013, qualifiche: Webber in pole";i:5;s:44:"Gp Abu Dhabi F1 2013, qualifiche: la diretta";i:6;s:45:"Gp Abu Dhabi F1 2013, libere 3: sempre Vettel";i:7;s:44:"Gp Abu Dhabi F1 2013, libere 2: primo Vettel";i:8;s:48:"Gp Abu Dhabi F1 2013, libere 1: Grosjean davanti";i:9;s:42:"Gp Abu Dhabi F1 2013: la storia della gara";i:10;s:44:"Gp Abu Dhabi 2013: orari e programmazione tv";}s:7:"content";a:10:{i:1;s:5041:" Non gli basta il titolo mondiale. Sebastian Vettel è sempre più il cannibale della Formula 1 e si porta a casa il successo anche ad Abu Dhabi, conquistando la settima vittoria consecutiva e l'undicesima di questa stagione. Il tedesco ha superato il compagno di squadra Mark Webber in avvio ed ha salutato la compagnia, a suon di giri veloci, non lasciando più la prima posizione. Per rimarcare ancora maggiormente la superiorità del campione del mondo, non l'ha mollata nemmeno quando è dovuto andare ai box per i pit stop, rientrando sempre al comando e chiudendo ancora con i burnout per festeggiare.

Non c'è mai stata storia per la vittoria e nemmeno per quanto riguarda il podio, visto che Webber e Nico Rosberg hanno sempre avuto in pugno seconda e terza posizione, anche se, fino a poco più di metà gara, c'era il dubbio sul numero di pit stop. Alla fine tutti i migliori ne hanno fatti due e la Lotus di Romain Grosjean non ha potuto fare nulla, chiudendo al quarto posto, mentre il suo compagno di squadra Kimi Raikkonen ha chiuso il suo weekend orribile, costretto al ritiro dopo pochi metri, dopo un contatto con Van der Garde.

La sorpresa positiva della domenica è stata la Ferrari. Sembrava un weekend da dimenticare, dopo le prestazioni di venerdì e sabato, invece le due rosse sono state protagoniste di una bella rimonta in questa gara: Fernando Alonso, in particolare, è apparso scatenato nella voglia di risalire le posizioni, chiudendo al quinto posto, dopo una serie di sorpassi nel finale, compreso uno contestato su Vergne. Buona prova anche per Felipe Massa, all'ottavo posto, in cui ha mostrato anche gli artigli in un paio di sorpassi.

LA POLEMICA ALONSO-VERGNE E LE FOTO PIU' BELLE DELLA GARA

Gp Abu Dhabi F1 2013: ordine d’arrivo e classifiche

Ordine d'arrivo
1 1 Sebastian Vettel Red Bull Racing-Renault
2 2 Mark Webber Red Bull Racing-Renault +30.8 sec
3 9 Nico Rosberg Mercedes +33.6 sec
4 8 Romain Grosjean Lotus-Renault +34.8 sec
5 3 Fernando Alonso Ferrari +67.1 sec
6 14 Paul di Resta Force India-Mercedes +78.1 sec
7 10 Lewis Hamilton Mercedes +79.2 sec
8 4 Felipe Massa Ferrari +82.8 sec
9 6 Sergio Perez McLaren-Mercedes +91.1 sec
10 15 Adrian Sutil Force India-Mercedes +93.2 sec
11 16 Pastor Maldonado Williams-Renault +95.9 sec
12 5 Jenson Button McLaren-Mercedes + sec
13 12 Esteban Gutierrez Sauber-Ferrari + sec
14 11 Nico Hulkenberg Sauber-Ferrari +1 giro
15 17 Valtteri Bottas Williams-Renault +1 giro
16 19 Daniel Ricciardo STR-Ferrari +1 giro
17 18 Jean-Eric Vergne STR-Ferrari +1 giro
18 21 Giedo van der Garde Caterham-Renault +1 giro
19 20 Charles Pic Caterham-Renault +1 giro
20 22 Jules Bianchi Marussia-Cosworth +2 giri
21 23 Max Chilton Marussia-Cosworth +2 giri
Rit. 7 Kimi Räikkönen Lotus-Renault

Classifica mondiale piloti
1 Sebastian Vettel GER Red Bull Racing-Renault 347 (campione del mondo)
2 Fernando Alonso SPA Ferrari 217
3 Kimi Räikkönen FIN Lotus-Renault 183
4 Lewis Hamilton GBR Mercedes 175
5 Mark Webber AUS Red Bull Racing-Renault 166
6 Nico Rosberg GER Mercedes 159
7 Romain Grosjean FRA Lotus-Renault 114
8 Felipe Massa BRA Ferrari 106
9 Jenson Button GBR McLaren-Mercedes 60
10 Paul di Resta GBR Force India-Mercedes 48
11 Nico Hulkenberg GER Sauber-Ferrari 39
12 Sergio Perez MEX McLaren-Mercedes 35
13 Adrian Sutil GER Force India-Mercedes 29
14 Daniel Ricciardo AUS STR-Ferrari 19
15 Jean-Eric Vergne FRA STR-Ferrari 13
16 Esteban Gutierrez MEX Sauber-Ferrari 6
17 Pastor Maldonado VEN Williams-Renault 1

Classifica mondiale costruttori
1 Red Bull Racing-Renault 513 (campione del mondo)
2 Mercedes 334
3 Ferrari 323
4 Lotus-Renault 297
5 McLaren-Mercedes 95
6 Force India-Mercedes 77
7 Sauber-Ferrari 45
8 STR-Ferrari 32
9 Williams-Renault 1

LA POLEMICA ALONSO-VERGNE E LE FOTO PIU' BELLE DELLA GARA

";i:2;s:9213:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, gara: il tempo reale

Il tedesco festeggia nuovamente facendo dei burnout, come aveva già fatto settimana scorsa.

VETTEL TRIONFA ANCHE AD ABU DHABI Il tedesco vince anche a Yas Marina, dominando dall'inizio alla fine. Poi Webber, Rosberg, Grosjean e Alonso.

54° giro Mancano due giri alla fine del Gp di Abu Dhabi: Vettel, Webber, Rosberg, Grosjean, Alonso, Di Resta, Hamilton, Massa.

53° giro Giro più veloce per Fernando Alonso: 1'43"609

52° giro Alonso va all'attacco anche Di Resta e si prende la quinta posizione, mentre i commissari prenderanno una decisione a fine corsa sul sorpasso con Vergne. Giro più veloce di Vettel in 1'43"893.

51° giro Alonso sorpassa Hamilton e si porta in sesta posizione

50° giro Alonso ed Hamilton hanno ripreso Di Resta, sarà duello per il quinto posto

48° giro Hamilton e Alonso (in attesa di conoscere la decisione dei commissari) vanno a caccia di Di Resta, attualmente in quinta posizione. Lo spagnolo fa il giro più veloce in gara in 1'44"430.

47° giro Massa sorpassa Vergne e sale in ottava posizione. Alonso sotto investigazione per il contatto con Vergne al rientro dal pit stop.

45° giro Alonso si ferma ai box per la sua seconda sosta: rientra in davanti a Vergne in settima posizione, dopo una grandissima manovra, con la gomma morbida. Intanto Hamilton prima aveva superato Vergne ed è sesto.

43° giro Bloccaggio per Hamilton, Massa si avvicina all'inglese nella lotta per l'ottava posizione

41° giro Le posizioni di testa sembrano cristallizzate: Vettel, Webber, Rosberg e Grosjean. Alonso è quinto con un solo pit stop: il dubbio è se riuscirà a restare in pista fino alla fine oppure se si dovrà fermare.

39° giro Vettel si riprende il giro più veloce: 1'44"829

38° giro Massa si ferma ai box per il secondo pit stop, rientra in nona posizione, alle spalle di Hamilton. Alonso sale in quinta posizione

37° giro Pit stop per Vettel, torna ovviamente in pista al comando. Seconda sosta anche per Grosjean: il pilota francese rientra subito davanti a Massa. Alonso prova a superare il brasiliano ed è quasi contatto tra le due Ferrari.

36° giro Rosberg fa il giro più veloce in 1'45"663, si sta avvicinando a Webber

35° giro Alonso raggiunge Massa, con lo spagnolo che sta facendo grandi tempi. Duello tra i due ferraristi

34° giro Penalità per Hulkenberg per 'unsafe release', mentre Webber e Rosberg si fermano per il secondo pit stop: rientrano in terza e quarta posizione. Davanti c'è Vettel, poi Grosjean.

31° giro Vettel fa il giro record della gara in 1'45"968, mentre dal muretto gli dicono: "Risparmia le gomme"

30° giro A 25 giri dal termine, la classifica vede Vettel sempre più al comando, poi Webber, Rosberg, Grosjean, Massa e Alonso. Secondo pit stop per Hamilton: rientra in decima posizione.

29° giro Alonso supera Sutil e sale in settima posizione. Davanti Vettel ha 28"9 su Webber

28° giro Hamilton riesce, dopo tanti giri, a superare Sutil per portarsi in sesta posizione, mentre Alonso si avvicina. Perez e Hulkenberg rientrano ai box e vanno vicini al contatto.

27° giro Sorpasso e controsorpasso di Alonso su Hulkenberg, mentre Massa supera Sutil ed è quinto

25° giro Hamilton sorpassa Sutil e si porta in quinta posizione, ma viene risorpassato ed ne approfitta anche Massa, con una grandissima manovra sull'inglese

24° giro Vettel è sempre decisamente il più veloce in pista, unico a scendere sotto il muro dell'1'47"

23° giro Alonso sorpassa anche Bottas ed è nono

22° giro Alonso sorpassa Perez e sale in decima posizione. Davanti ci sono le due Red Bull: Vettel ha 27"2 di vantaggio su Webber

20° giro Webber sorpassa Rosberg e si piazza in terza posizione, mentre Di Resta si ferma ai box per il suo pit stop.

19° giro Riepiloghiamo la classifica: Vettel, Di Resta (zero pit stop), Rosberg, Webber, Grosjean, Sutil (zero pit stop), Hamilton, Massa. Alonso è 12°.

18° giro Si accendono i riflettori sulla pista, mentre il sole sta scendendo ad Abu Dhabi. Pit stop per Felipe Massa: è rientrato in ottava posizione, subito alle spalle di Hamilton.

16° giro Duello Gutierrez-Hamilton, mentre è il turno di Alonso per effettuare il suo pit stop: rientra in 14.a posizione.

14° giro Pit stop per il leader Vettel, rientra in comunque in prima posizione. I due ferraristi restano secondo e terzo, ma devono ancora fare la sosta.

14° giro Vettel e le Ferrari continuano con il primo set di gomme, mentre dietro Webber e Hamilton fanno fatica a superare i rivali e perdono molto tempo: l'australiano riesce a superare alla fine Sutil.

Raikkonen sul suo ritiro: "Ho avuto un problema sulla gomma anteriore, mi sono toccato. Le ultime due gare? Non lo so".

12° giro Vettel continua il suo dominio, ha 23"3 di vantaggio su Massa e 26"6 su Alonso. Questi tre devono ancora effettuare il loro pit stop.

10° giro E' il momento del pit stop per Rosberg: rientra in sesta posizione. Le due Ferrari ora alle spalle del leader Vettel.

9° giro Si ferma per il cambio gomme Hulkenberg, Massa è terzo. Tra i primi devono fermarsi ancora Vettel, Rosberg e le due Ferrari.

8° giro Pit stop in contemporanea per Webber e Grosjean: l'australiano resta davanti. Sono rispettivamente decimo e undicesimo. Massa risale così in quarta posizione e Alonso in quinta, ma a breve dovranno fermarsi per il cambio gomme.

7° giro Grosjean prova a farsi vedere da Webber, battaglia per il podio. Pit stop per Hamilton, rientra in pista in dodicesima posizione.

6° giro Non ci sono duelli in corso, al momento, tra i primi e la classifica non cambia: Vettel, Rosberg, Webber, Grosjean, Hamilton, Hulkenberg, Massa e Alonso. Intanto pit stop per Perez.

5° giro Vettel ha un vantaggio di 4"7 su Rosberg, i due ferraristi già ad oltre 12 secondi

4° giro Per ora stabili le prime posizioni, con Vettel che continua a fare giri veloci in serie, mentre Massa e Alonso battagliano per la settima posizione.

2° giro Vettel subito prova a prendere un vantaggio importante ed ha 2"4 su Rosberg. Problemi per Button, costretto subito a rientrare ai box e gara compromessa.

1° giro La classifica: Vettel, Rosberg, Webber, Grosjean, Hamilton, Hulkenberg, Massa, Alonso

Partenza Vettel sorpassa subito il compagno di squadra e si mette davanti, subito fuori Raikkonen, dopo un tocco con Van der Garde

Ore 14.00 Inizia il giro di formazione: i primi dieci tutti al via con la gomma gialla (quella più morbida), Alonso monta un pneumatico nuovo.

Ore 13.58 Tutti pronti sullo schieramento di partenza, tra 2 minuti il via al giro di ricognizione

Ore 13.52 Alonso prima della partenza, in attesa di salire sulla sua Ferrari: "Spero di entrare tra i primi cinque"

Ore 13.45 E, aspettando il via della gara, Sebastian Vettel fa un giro nel box Ferrari, come mostrato dalle telecamere di Sky

Ore 13.40 Mancano 20 minuti al via del Gp di Abu Dhabi: c'è il sole sul tracciato di Yas Marina e, come nelle previsioni, sarà una gara asciutta e con molto caldo (33°C la temperatura attuale dell'aria). Le monoposto si stanno schierando sulla griglia di partenza.

Gp Abu Dhabi F1 2013: griglia di partenza

Prima fila: Webber-Vettel
Seconda fila: Rosberg-Hamilton
Terza fila: Hulkenberg-Grosjean
Quarta fila: Massa-Perez
Quinta fila: Ricciardo-Alonso
Sesta fila: Di Resta-Button
Settima fila: Vergne-Maldonado
Ottava fila: Bottas-Gutierrez
Nona fila: Sutil-Van der Garde
Decima fila: Pic-Chilton
Undicesima fila: Bianchi-Raikkonen *

* Bianchi penalizzato di 5 posizioni per la sostituzione del cambio, Raikkonen retrocesso in ultima posizione per fondo irregolare

";i:3;s:2788:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, gara: presentazione

Con i due titoli già assegnati da una settimana, la Formula 1 vivrà questo pomeriggio (ore 14, diretta su Motorsportblog) il terz'ultimo appuntamento della stagione 2013. E, tanto per cambiare, la Red Bull parte con i favori del pronostico, dopo aver monopolizzato la prima fila nelle qualifiche. La gara potrebbe essere un intenso duello in famiglia, libero e senza problemi di classifica, tra il pole-man Mark Webber ed il campione del mondo Sebastian Vettel. L'australiano, che a fine anno lascerà il circus, spera in una vittoria prima della conclusione della stagione.

Difficile che le due 'lattine volanti' possano essere messe in difficoltà, a meno di qualche magia della coppia Mercedes in partenza. Infatti, secondo quanto visto nei long run nelle libere di venerdì, Nico Rosberg e Lewis Hamilton hanno un passo gara più lento, anche di mezzo secondo, rispetto ai rivali e difficilmente potranno tenere il ritmo, se le due Red Bull si metteranno al comando della corsa. Sembrava avere un passo migliore la Lotus, ma Grosjean partirà dalla terza fila e Raikkonen addirittura dall'ultima, dopo l'irregolarità al fondo piatto della sua vettura.

E la Ferrari? La penalità del finlandese ha regalato una posizione ad entrambi i piloti, facendo salire in quinta fila Fernando Alonso, dopo la clamorosa eliminazione nel Q2 delle qualifiche, ma non basta per sognare una grande rimonta. Oltre che sul giro secco, il circuito di Yas Marina non ha dato indicazioni positive nemmeno sul ritmo gara, più lento delle tre scuderie già citate ed in linea con la McLaren. Servirebbe un completo ribaltamento dei valori oppure qualche fattore esterno, ma la pioggia non è prevista nella calda Abu Dhabi.

Gp Abu Dhabi F1 2013: griglia di partenza

Prima fila: Webber-Vettel
Seconda fila: Rosberg-Hamilton
Terza fila: Hulkenberg-Grosjean
Quarta fila: Massa-Perez
Quinta fila: Ricciardo-Alonso
Sesta fila: Di Resta-Button
Settima fila: Vergne-Maldonado
Ottava fila: Bottas-Gutierrez
Nona fila: Sutil-Van der Garde
Decima fila: Pic-Chilton
Undicesima fila: Bianchi-Raikkonen *

* Bianchi penalizzato di 5 posizioni per la sostituzione del cambio, Raikkonen retrocesso in ultima posizione per fondo irregolare

";i:4;s:2188:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, qualifiche: Webber in pole

Ancora Red Bull, ma con una novità. Le qualifiche del Gp di Abu Dhabi incoronano Mark Webber: il pilota australiano ha piazzato il giro più veloce nelle prove ufficiali e partirà dalla pole position, per la seconda volta in questa stagione 2013 (l'altra era stata in Giappone a metà ottobre). Evidentemente va a caccia di un successo per salutare al meglio il mondo della Formula 1, che lascerà alla fine del campionato, ma dovrà vedersela ancora con il compagno di squadra Sebastian Vettel, al suo fianco sulla griglia di partenza.

I due piloti delle 'lattine volanti' sono ancora nettamente favorite per conquistare il successo, anche nella gara di domani, visto che il loro passo gara era apparso il migliore già nelle prove libere di venerdì. Le due Mercedes occuperanno la seconda fila, anche se non sono riuscite ad impensierire la scuderia anglo-austriaca: Nico Rosberg sarà davanti a Lewis Hamilton, autore di un errore nel suo giro conclusivo, ma il distacco è comunque di mezzo secondo. Era giunto quinto Kimi Raikkonen, nonostante tutti i problemi della vigilia, ma la sua Lotus è stata trovata con fondo irregolare e il finlandese partirà ultimo.

Difficile possa essere protagonista la Ferrari. Come mostrato in tutto il weekend, anche nelle qualifiche, la scuderia di Maranello è stata in grossa difficoltà: Fernando Alonso addirittura non è riuscito a qualificarsi per il Q3, forse a causa di un piccolo (ma decisivo) errore nel giro buono, mentre Felipe Massa è passato in extremis ed ha poi conquistato la quarta fila, con l'ottavo posto (settimo dopo lo stop a Raikkonen). Hulkenberg è stato un grande protagonista, da applausi, con un'ottima sesta posizione (quinta per la retrocessione del finlandese). Domani la gara prenderà il via alle ore 14 italiane.

";i:5;s:5185:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, qualifiche: la diretta

La classifica delle qualifiche

WEBBER IN POLE POSITION Grandissimo giro per l'australiano in 1'39"957, poi Vettel, Rosberg ed Hamilton (che si è girato nel suo ultimo tentativo). Quarta fila per Massa, con l'ottavo tempo.

Ore 14.59 Sembra fare un bel giro Massa, bene anche Webber

Ore 14.58 I piloti sono tornati in pista, compresi Massa e Perez, per effettuare il tentativo finale per giocarsi la pole di Abu Dhabi

Ore 14.56 Tutti ai box, in attesa di fare il tentativo finale

Ore 14.55 Il commento di Fernando Alonso, dopo l'esclusione dal Q2: "Sicuramente non è stato un giro pulitissimo, parliamo di qualche decimo che sarebbe stato abbastanza. Non sappiamo se gli altri hanno fatto un giro perfetto: oggi sono stati i più veloci, ma la gara è domani. Le gomme? Con il caldo le morbide vanno meglio".

Ore 14.54 Dopo il primo tentativo, effettuato da tutti i piloti scesi in pista, il migliore è Vettel in 1'40"901, poi Rosberg, Hamilton e Raikkonen.

Ore 14.51 Tutti già in pista, esclusi Massa e Perez

Ore 14.50 E' iniziato il Q3: Rosberg, Hamilton, Webber, Vettel, Massa, Perez, Raikkonen, Grosjean, Hulkenberg e Ricciardo si giocheranno la pole position.

Gp Abu Dhabi, qualifiche: Alonso fuori nel Q2

E' finito il Q2 Clamoroso, fuori Fernando Alonso, è undicesimo. Oltre al ferrarista non si sono qualificati Di Resta, Button, Vergne, Maldonado e Bottas. Il miglior tempo è rimasto quello di Rosberg in 1'40"473.

Ore 14.41 Rosberg e Vettel non rientrano in pista e si fidano del loro tempo già segnato

Ore 14.38 E' entrato in pista Alonso, al momento sarebbe escluso perché è 12°

Ore 14.37 Mancano 5 minuti alla fine del Q2, a breve ci sarà la battaglia per ottenere la qualificazione all'ultimo settore delle qualifiche

Ore 14.35 Ora i piloti sono tornati ai box, per cambiare gli pneumatici e tornare in pista con le gomme gialle nuove.

Ore 14.33 Rosberg è il più veloce in 1'41"420, poi Hamilton. Vettel e Raikkonen. Massa è sesto, Alonso undicesimo.

Ore 14.32 Raikkonen segna il miglior tempo in 1'41"276, poi Hulkenberg, Grosjean e Webber

Ore 14.30 Il primo a segnare un tempo nel Q2 è stato segnato da Paul Di Resta in 1'41"477. Tutti i piloti sono già in pista.

Ore 14.27 Inizia il Q2, con Button, Hulkenberg e Di Resta subito in pista, mentre scende il tramonto sul circuito di Yas Marina e si accendono i riflettori

Gp Abu Dhabi, qualifiche: Hamilton migliore nel Q1

E' finito il Q1 Lewis Hamilton si mette davanti a tutti: 1'40"693, poi Massa, Raikkonen, Maldonado, Alonso, Rosberg, Grosjean e Webber. Fuori Gutierrez, Sutil, Van der Garde, Bianchi, Pic e Chilton.

Ore 14.20 Alonso e Massa fanno grandi giri: lo spagnolo è secondo, il brasiliano fa il miglior tempo assoluto in 1'41"54

Ore 14.17 Raikkonen fa il miglior tempo con 1'41"276, alle sue spalle c'è Grosjean. Massa e Alonso devono migliorare assolutamente il loro tempo, ma ora sono in pista con le gomme gialle.

Ore 14.14 Webber fa il miglior tempo in 1'41"568, poi Vettel ad un decimo

Ore 14.12 Entrano in pista anche le Red Bull, entrambe con la gomma soft

Ore 14.10 Rosberg si migliora nuovamente in 1'42"279, mentre le due Red Bull sono ancora ai box. Buon giro per Alonso in 1'42"613.

Ore 14.08 Il primo crono di Alonso è 1'43"245 ed è in quarta posizione, dietro alle due Mercedes e a Vergne.

Ore 14.05 Anche Alonso sta girando sul circuito di Abu Dhabi, Rosberg è il più veloce attualmente in 1'42"567, poi Hamilton e Raikkonen. Rischio contatto tra Grosjean e Van der Garde.

Ore 14.04 Entra in pista anche la Ferrari di Felipe Massa, ai box solo Vettel, Webber e Alonso. Il primo crono è di Chilton in 1'44"974.

Ore 14.00 Sono iniziate le qualifiche ad Abu Dhabi: già in pista quasi tutti i piloti, escluse Red Bull e Ferrari

Ore 13.59 Domenicali a Sky: "Siamo stati un po' più in difficoltà, la natura di questo circuito mette in evidenza i problemi di trazione. Vediamo più tardi".

Ore 13.50 Dieci minuti al via delle qualifiche, il tempo è bello e fa caldo ad Abu Dhabi

Ore 13.40 Mancano 20 minuti all'inizio delle qualifiche del Gp di Abu Dhabi. La Red Bull e Sebastian Vettel sono ancora nettamente i favoriti per conquistare la pole position, anche se le Mercedes non sono apparse lontano nelle prove libere. Per la Ferrari un weekend difficile, sembra impossibile lottare per le prime file.

";i:6;s:2766:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, libere 3: sempre Vettel

Il solito Sebastian Vettel. Il campione del mondo è il migliore anche nelle prove di qualifica della mattina del sabato ed ha piazzato il miglior crono di giornata in 1'41"349, mostrando di non accontentarsi del quarto trionfo iridato consecutivo conquistato una settimana fa in India. Il fuoriclasse tedesco non avrà comunque vita facile per conquistare la pole position, visto che le Mercedes non sono lontanissime e potranno provare a disturbarlo. La terza forza è la Lotus, poi c'è un ottimo Button, mentre la Ferrari conferma le sue grosse difficoltà a Yas Marina.

Fernando Alonso e Felipe Massa non sono riusciti a trovare il giusto assetto per la F138, decisamente più lenta rispetto ad una settimana fa, e sono nelle retrovie, addirittura al momento fuori dalle prime dieci posizioni: lo spagnolo ha chiuso all'undicesimo posto, mentre il brasiliano è quattordicesimo, entrambi ad oltre un secondo dal leader. Dunque, il team di Maranello dovrà soffrire anche per qualificarsi per il Q3. Attenzione anche alla Sauber: una delle possibili sorprese di questo weekend.

Anche con le gomme bianche, quelle più dure, la situazione non cambia: Mercedes e Red Bull sono vicinissime ed era stato Nico Rosberg a fare il miglior crono, in 1'43"465. Anche la Lotus non era troppo lontano, anche se Raikkonen e Grosjean non appaiono al livello delle prime due scuderie sul giro secco, mentre la Ferrari è sempre nelle retrovie, alle spalle anche della McLaren (come già accaduto ieri). La vettura di Maranello non appare competitiva su questa pista, dovrà probabilmente giocare sulla difensiva.

I tempi della terza sessione di prove libere

1. S.Vettel 1'41"349
2. M.Webber 1'41"571
3. L.Hamilton 1'41"580
4. N.Rosberg 1'41"721
5. R.Grosjean 1'41"832
6. J.Button 1'41"956
7. N.Hulkenberg 1'42"055
8. E.Gutierrez 1'42"282
9. K.Raikkonen 1'42"387
10. J.Vergne 1'42"457
11. F.Alonso 1'42"516
12. P.Di Resta 1'42"681
13. V.Bottas 1'42"698
14. F.Massa 1'42"702
15. D.Ricciardo 1'42"727
16. P.Maldonado 1'42"798
17. A.Sutil 1'42"989
18. S.Perez 1'43"142
19. G.Van der Garde 1'44"472
20. C.Pic 1'44"728
21. M.Chilton 1'45"621
22. J.Bianchi 1'47"506

";i:7;s:2576:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, libere 2: primo Vettel

Dopo una mattinata con Grosjean davanti a tutti ed un'atmosfera quasi da 'ultimo giorno di scuola', si è tornato a fare decisamente sul serio nel pomeriggio, dove i piloti sono scesi in pista sin dai primi minuti tra le simulazioni di qualifica e quelle di gara, con una temperatura d'asfalto diminuita di oltre 10 gradi ed i riflettori accesi sul circuito di Yas Marina. Sebastian Vettel e la Red Bull sono tornati a far sentire forte la loro voce: è stato del campione del mondo il miglior crono di giornata in 1'41"335, davanti al compagno di squadra Mark Webber.

Come accaduto nelle gare precedenti, la lotta per la pole position sarà con la Mercedes (in primis) ed anche la Lotus, nonostante Romain Grosjean non sia riuscito a fare il suo tentativo di giro veloce, a causa dei problemi ai freni. La Ferrari è andata un po' meglio, rispetto alla mattinata, ma ha comunque concluso alle spalle anche della McLaren ed ha chiuso all'ottavo posto con Fernando Alonso, ad oltre otto decimi dal leader, e addirittura al decimo con Felipe Massa, distaccato di oltre un secondo. Sarà difficile vedere la rossa nelle prime posizioni in qualifica.

Segnale migliore per quanto riguarda il passo gara, soprattutto con le gomme soft. Felipe Massa ha avuto un discreto ritmo, anche se un po' più lento di Lotus e Mercedes, mentre la Red Bull è apparsa nuovamente di un altro pianeta. Vettel è stato di cinque/sei decimi più veloce rispetto a tutti, escluso un Kimi Raikkonen da record nel finale con macchina scarica, ed appare per l'ennesima volta il deciso favorito per conquistare il successo. Più difficile capire le prestazioni con la gomma bianca, con Alonso in difficoltà: a differenza dell'India, non pare la mescola ideale per essere molto performanti su questo circuito.

I tempi della seconda sessione di prove libere

1. S.Vettel 1'41"335
2. M.Webber 1'41"490
3. L.Hamilton 1'41"690
4. K.Raikkonen 1'41"726
5. N.Rosberg 1'41"758
6. S.Perez 1'42"006
7. J.Button 1'42"010
8. F.Alonso 1'42"171
9. N.Hulkenberg 1'42"324
10. F.Massa 1'42"440
11. E.Gutierrez 1'42"509
12. R.Grosjean 1'42"607
13. P.Di Resta 1'42"806
14. P.Maldonado 1'42"952
15. A.Sutil 1'42"998
16. D.Ricciardo 1'43"152
17. J.Vergne 1'43"271
18. V.Bottas 1'43"565
19. G.Van der Garde 1'44"138
20. J.Bianchi 1'44"459
21. C.Pic 1'44"525
22. M.Chilton 1'45"565

";i:8;s:2583:"

Gp Abu Dhabi F1 2013, libere 1: Grosjean davanti

E' Romain Grosjean il primo pilota a mettersi davanti a tutti nel Gp di Abu Dhabi. Il pilota francese ha fatto segnare il miglior tempo nella prima sessione di prove libere del venerdì, chiudendo il suo giro con il crono di 1'44"241. La Lotus è apparsa subito trovarsi piuttosto a suo agio su questo tracciato, ma anche Mercedes e Red Bull sono lì: Lewis Hamilton a meno di due decimi, il campione del mondo Sebastian Vettel subito dietro. Un po' in ritardo le due Ferrari, con Alonso (12°) e Massa (17°) che hanno lavorato sul setup della macchina.

Il clima è piuttosto rilassato ad Abu Dhabi, con il mondiale già assegnato da una settimana. Non scende praticamente nessuno in pista nella prima mezz'ora delle libere, in attesa che la pista migliori, e nei box si ride e si scherza. Poi tutti sono sul tracciato con il grande tempo della Lotus e la coppia Mercedes-Red Bull in forma. Dietro la Ferrari, ma non c'è grande preoccupazione, tuttavia, nel team di Maranello: i piloti hanno comunque completato il loro lavoro e nel pomeriggio ci saranno delle indicazioni più interessanti, per quanto riguarda le prestazioni.

A tenere banco nel paddock, in questa prima giornata del weekend a Yas Marina, è il caso Kimi Raikkonen. Dopo il discusso team radio in India, con quella richiesta urlata del team di far passare Grosjean, il finlandese è arrivato al circuito solamente nella tarda serata di ieri, facendo temere addirittura una rinuncia alla gara. Il futuro ferrarista è sceso oggi regolarmente in pista, ma è un altro segnale di come sia ai ferri corti il rapporto tra il pilota e la Lotus, dopo il trasferimento a Maranello nel 2014. La seconda sessione di libere inizierà alle ore 14 italiane.

I tempi della prima sessione di libere

1. R.Grosjean 1'44"241
2. L.Hamilton 1'44"433
3. S.Vettel 1'44"499
4. M.Webber 1'44"712
5. N.Rosberg 1'44"741
6. K.Raikkonen 1'44"929
7. P.Di Resta 1'45"040
8. J.Button 1'45"099
9. P.Maldonado 1'45"150
10. S.Perez 1'45"331
11. N.Hulkenberg 1'45"378
12. F.Alonso 1'45"440
13. V.Bottas 1'45"823
14. J.Calado 1'45"924
15. J.Vergne 1'46"114
17. F.Massa 1'46"124
18. D.Ricciardo 1'46"126
19. C.Pic 1'47"600
20. H.Kovalainen 1'47"670
21. J.Bianchi 1'47"723
22. R.Gonzalez 1'49"565

";i:9;s:2082:"

Gp Abu Dhabi F1 2013: la storia della gara

Il Mondiale di Formula 1 è giunto alla sua terz’ultima tappa, quella di Abu Dhabi: domenica si correrà la quinta edizione di questa gara e, tanto per cambiare, è Sebastian Vettel il pilota più presente nell’albo d’oro, con i due successi ottenuti nei primi due anni. In particolare, il tedesco ricorda la gara del 2010: grazie a quella vittoria (ed al contemporaneo settimo posto di Alonso), conquistò il suo primo dei suoi quattro titoli mondiali, diventando anche il più giovane iridato della storia del circus a 23 anni, 4 mesi e 11 giorni.

Infatti, nei primi due anni di gara, il Gp di Abu Dhabi fu l’ultima prova del campionato, prima del ritorno alla chiusura in Brasile. Tornando a quella gara di tre anni fa, la Ferrari era pronta a festeggiare il titolo, visto che Alonso si era presentato al via con 8 punti di vantaggio su Webber e 15 su Vettel. Dopo un buon terzo posto in qualifica, lo spagnolo perde il Mondiale dopo il pit stop: rientra in pista e non riesce a sorpassare Petrov fino alla bandiera a scacchi, restando attardato e non riuscendo più a recuperare il treno dei migliori.

L’anno successivo fu Lewis Hamilton a trionfare, proprio davanti all’iberico di Maranello, mentre la stagione scorsa il successo è andato a Kimi Raikkonen, alla prima vittoria dal suo rientro in Formula 1. Fu una gara rocambolesca, con Vettel costretto a partire dall’ultima posizione per la retrocessione nelle qualifiche (a causa di una quantità di carburante inferiore a quella regolamentare) e capace di salire comunque sul podio, mentre il finlandese battaglia fino all’ultimo metro con Alonso, che non riesce a trovare lo spunto vincente.

";i:10;s:2590:"

Gp Abu Dhabi 2013: orari e programmazione tv

Assegnati in anticipo i titoli piloti e costruttori, con i trionfi rispettivi di Sebastian Vettel e Red Bull, la Formula 1 non si ferma e prosegue la sua corsa, con le ultime tre gare della stagione, fino alla conclusione del 24 novembre in Brasile. Il prossimo weekend piloti e monoposto scenderanno in pista ad Abu Dhabi, in una gara sempre particolare: il via alla corsa è programmato nel tardo pomeriggio (ore 17) con l’arrivo al tramonto e, dunque, sotto i riflettori accesi sul circuito di Yas Marina.

Questi orari favoriscono gli spettatori europei e, dunque, anche quelli italiani: infatti, l’intero weekend avrà il classico programma delle gare nel Vecchio Continente, con partenza delle qualifiche e della gara alle ore 14 italiane. Come accaduto nel Gp d’India dei giorni scorsi, anche questo appuntamento sarà trasmesso in diretta esclusiva su Sky Sport F1 e, dunque, solo gli abbonati alla pay tv potranno vedere la gara live, mentre per gli altri appassionati ci sarà la classica differita della Rai.

Come nell’ultimo weekend, anche ad Abu Dhabi le previsioni meteo sono decisamente buone: è previsto sole e caldo per tutte e tre le giornate di gara, con temperature massime (dell’aria) fino a 35 gradi. Dunque, sarà il degrado degli pneumatici sarà ancora più una variabile per il risultato finale della gara, anche se ovviamente la Red Bull si presenta nuovamente con i favori del pronostico, dopo aver vinto gli ultimi sei Gran Premi disputati.

Gli orari e la programmazione televisiva del weekend:

Venerdì 1 novembre
Prove Libere 1: 10:00 - 11:30 (diretta Sky Sport F1 HD, sintesi ore 14.30 Rai Sport 1)
Prove Libere 2: 14:00 – 15:30 (diretta Sky Sport F1 HD, sintesi ore 22.35 Rai Sport 1)

Sabato 2 novembre
Prove Libere 3: 11:00 – 12:00 (diretta Sky Sport F1 HD)
Qualifiche: 14:00 (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 18.15 Rai 2)

Domenica 3 novembre
Gara: 14:00 (diretta Sky Sport F1 HD, differita ore 21.00 Rai 2)";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: