Gp Abu Dhabi F1 2013, prove del venerdì in chiave Ferrari

alonso_2013_italy_f1_gp

Anche se l’esito delle prove d'apertura va preso con le pinze, quello di ieri non sembra un risultato esaltante. Le F138 hanno completato senza inconvenienti il lavoro in programma, ma il gap dai migliori sembra evidente.

Nella splendida cornice del circuito di Yas Marina ci si aspettava una Ferrari più incisiva, ma preferisco aspettare l’esito del confronto odierno prima di sbilanciarmi.

Ecco le parole di Alonso, riportate sul sito ufficiale del Cavallino Rampante: “Rispetto ad altri venerdì, siamo stati un po’ meno competitivi del solito. Ora dobbiamo capire se questo è dipeso dal fatto che le caratteristiche della pista non si adattano alla nostra macchina o se è una questione di set-up”.

Le gomme –prosegue l’asturiano- qui vanno meglio che in India, dove nelle curve veloci soffrivano molto per effetto del blistering, ma in termini di prestazione siamo purtroppo indietro rispetto aii nostri avversari”.

Il riferimento va a Mercedes e Lotus, con cui le “rosse” si contendono una piazza d’onore molto ambita, dopo che le Red Bull hanno fatto incetta di trofei, guadagnando la quarta doppietta iridata consecutiva. Parlando degli altri, Alonso si esprime in questi termini: “Loro sono migliorati e sarà difficile batterli, ma faremo delle modifiche e ce la metteremo tutta perché non vogliamo assolutamente rinunciare al secondo posto”. Almeno quello, infatti, la Ferrari deve regalarlo ai tifosi che, però, si aspettano presto il piatto principale, dopo tanti anni di attesa.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati