Gp Abu Dhabi F1 2013: i commenti di Vettel, Webber e Rosberg

La sete di gloria di Sebastian Vettel non si placa dopo il trionfo iridato in questa stagione agonistica. Il pilota tedesco della Red Bull continua a dominare la scena.

Come abbiamo visto, oggi un altro successo si è aggiunto alla sua tabella di marcia. E’ stato il risultato di una gara da vero cannibale nel Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1, che ha chiuso davanti al compagno di squadra Mark Webber, per una doppietta nei colori Red Bull. Dietro gli interpreti delle “lattine volanti” è giunto Nico Rosberg, con la Mercedes.

Quello odierno è stato per Vettel il settimo successo consecutivo, l’undicesimo della stagione. Una tabella di marcia infernale, che rafforza il suo dominio, chiaramente espresso dal quarto titolo mondiale in rapida sequenza.

Ecco le parole al traguardo dell’asso tedesco della Red Bull, riprese da Eurosport: “Dedico la vittoria di oggi ai miei genitori, che mi hanno seguito da vicino in questo weekend. La vettura è stata fantastica, non c’è nulla da aggiungere. A volte mi sembrava di volare. Un sentito ringraziamento va al team, per l’ottimo lavoro svolto”.

Contro il campione del mondo in carica nulla hanno potuto tutti gli altri, a partire dal compagno di squadra Mark Webber, costretto ad “accontentarsi” della piazza d’onore. Questo il resoconto della gara da parte del pilota australiano: “Sebastian è su un altro pianeta, io ho cercato di fare del mio meglio, ma lui è stato più bravo. Ringrazio il team per avermi fornito una macchina affidabile”.

Gioia al traguardo per Nico Rosberg, finito sul gradino più basso del podio con la sua Mercedes: “Sono molto contento del terzo posto odierno: è un risultato decisamente positivo. Il nostro obiettivo era piazzarci subito dietro le Red Bull e l'abbiamo centrato”. Il giovane figlio d’arte ha lottato anche per la seconda posizione, ma non è riuscito nell’impresa di finire alla spalle di Vettel. Il suo risultato è comunque ottimo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail