Gp Abu Dhabi F1 2013: resoconto Pirelli della gara di Yas Marina

Con il piglio del dominatore, Sebastian Vettel ha guadagnato il successo nel Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1, aggiungendo un’altra vittoria alle sei guadagnate nelle fasi precedenti della stagione 2013.

Il campione del mondo in carica, fresco dell’investitura del quarto titolo iridato consecutivo, non ha dato spazi agli avversari, costretti ad accontentarsi di ciò che è rimasto.

La gloria di Yas Marina è giunta al termine di una gara impeccabile, eseguita su due soste. Il pilota tedesco della Red Bull è partito con gli pneumatici P Zero Yellow soft, per poi passare ai P Zero White medium.

Come sottolinea Pirelli nel suo resoconto finale, tutti i piloti (ad eccezione di Jenson Button, McLaren, Valtteri Bottas, Williams, Esteban Gutierrez, Sauber, Adrian Sutil, Force India e Kimi Raikkonen, Lotus) hanno iniziato la sfida con gomme morbide.

Vettel è andato al comando della gara fin dalla prima curva; si è fermato al quattordicesimo giro per passare dalle morbide alle medie, poi è tornato nuovamente in vantaggio. L’altro rientro al trentasettesimo giro, per dotare ancora una volta la sua monoposto di coperture medie, senza mai perdere la testa della corsa, vinta con mezzo minuto di vantaggio sul compagno di squadra Mark Webber.

Strategia diversa per Fernando Alonso, che ha effettuato con la sua Ferrari un ultimo stint di undici giri con le mescole morbide, guadagnando così la quinta posizione al traguardo, dietro le Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber, la Mercedes di Nico Rosberg e la Lotus di Romain Grosjean.

Questo il resoconto della sfida di Yas Marina di Paul Hembery, Direttore Motosport Pirelli: “Durante la gara abbiamo visto diverse strategie, con un buon livello di usura e di degrado su entrambe le mescole, per cui i piloti hanno potuto completare uno stint iniziale più lungo, anche con gomme morbide. Come anticipato nella giornata di sabato, abbiamo assistito ad un alto grado di evoluzione della pista e a un calo delle temperature dell’asfalto durante la gara”.

Foto | Pirelli.com

  • shares
  • Mail