Gp Abu Dhabi F1 2013: resoconto Ferrari della gara di Yas Marina

Il Gran Premio di Abu Dhabi di Formula 1 si è chiuso con il quinto posto di Fernando Alonso e l’ottavo di Felipe Massa. Un bilancio poco esaltante in termini assoluti per la Ferrari, ma l’esito della gara di Yas Marina è stato meno disastroso del previsto.

Si può dire che la scuderia di Maranello ha limitato bene i danni, dopo le pessime qualifiche del sabato. I due interpreti del “cavallino rampante” si sono resi protagonisti di una bella condotta in pista, che ha fatto bene allo spettacolo, anche se le loro dinamiche di gara non hanno impedito alla Mercedes di allungare in classifica costruttori, facendo allontanare la prospettiva della piazza d’onore per la squadra italiana.

Resta il fatto che, considerando le posizioni di partenza, le cose non sono andate malissimo, anche se dalle "rosse" è lecito attendersi di più. Ora si profilano all’orizzonte le due gare conclusive della stagione, dove gli uomini della Ferrari dovranno svolgere al meglio il loro lavoro per assicurarsi il secondo posto fra i team, in un campionato dominato dalla Red Bull.

Cruciali saranno le due sfide nel continente americano, dove i giochi riprenderanno sulla pista di Austin, per il Gran Premio degli Stati Uniti. In attesa che i tempi si facciano maturi, ecco il resoconto di Alonso dell'appuntamento di ieri, riportato sul sito ufficiale della casa di Maranello: “Sono contento di aver guadagnato punti per la squadra in una gara che si annunciava dura, in un fine settimana molto difficile per noi. Posso dire che la corsa è stata fantastica per me. Adesso se non vogliamo rinunciare alla lotta nel campionato costruttori dobbiamo assolutamente fare meglio e finire sul podio nelle prossime due tappe”.

Anche Massa è contento: “Sono stato competitivo dall’inizio alla fine, ho effettuato tanti sorpassi e la macchina si è comportata bene. E’ stata una gara bellissima. Adesso andiamo in Texas e poi in Brasile, due tracciati che sulla carta sono più favorevoli alla nostra macchina e dove mi auguro di continuare ad essere competitivo”. Lo sperano anche i tifosi, che si aspettano dal pilota brasiliano un consistente apporto alla causa della Ferrari, nell’ottica della sfida per la piazza d’onore fra le squadre. Come andrà a finire? Difficile dirlo, ma il cavallino dovrà dimostrarsi rampante nelle due sfide all'orizzonte. Lo pretende la storia!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail