FIA WEC, AF Corse si prepara alla 6 Ore di Shanghai

Siamo ormai alla vigilia della 6 Ore di Shanghai, che andrà in scena il 9 novembre prossimo. AF Corse affila le armi in vista della gara cinese, con l’obiettivo di mantenere i primi posti fra le GranTurismo.

Quello che si affaccia all’orizzonte è il settimo round del WEC 2013. Un appuntamento che potrebbe risultare decisivo per la classifica assoluta piloti, perché sulla pista della Grande Muraglia c’è la possibilità per Loïc Duval, Tom Kristensen ed Allan McNish di aggiudicarsi in anticipo il titolo della specialità, al volante della loro Audi R18 e-tron quattro.

Forti le ambizioni anche di AF Corse, che punta a conservare la leadership nelle graduatorie Piloti, Costruttori e Team del Fia World Endurance Championship, quando manca un solo appuntamento alla chiusura delle danze.

Con questo obiettivo scenderanno in pista le Ferrari 458 Italia della squadra piacentina impegnate nella GTE Pro. La possibilità di imporsi non è remota, vista la qualità del gruppo, della macchina e dei drivers. Difficile fare pronostici, ma credo che Giancarlo Fisichella e Gianmaria Bruni, leader della classifica conduttori nella loro classe, meritino il ruolo di favoriti.

I due comandano il plotone con 108 punti all’attivo. La qualità della loro raccolta ha giovato al bilancio della Ferrari, in testa al mondiale Costruttori GT con 193 lunghezze, e di AF Corse, al vertice tra i team GTE Pro con lo stesso bottino dei suoi interpreti, che sentono la berlinetta del “cavallino rampante” cucita addosso.

Alla causa del titolo costruttori potranno concorrere Kamui Kobayashi e Toni Vilander, al volante dell’altra 458 Italia schierata nella categoria dal team emiliano. I due occupano al momento il quinto posto, ma hanno messo all’incasso 73 punti, che non sono un pessimo risultato. Fra poche ore vedremo come andrà a finire il confronto. Gli uomini di Amato Ferrari sono sereni, perché sanno di aver svolto un buon lavoro.

Foto | AFcorse.it

  • shares
  • Mail