F1, Daniel Ricciardo: "Il Circus è in brutte condizioni"

Daniel Ricciardo dice che la Formula 1 non è al momento in uno stato di forma troppo brillante sul piano finanziario. La cosa è comprensibile, vista la congiuntura economica mondiale.

Suona strano, però, che alcuni protagonisti siano ancora in attesa di ricevere i soldi ad essi dovuti. Il pilota australiano fa delle valutazioni, prendendo le mosse dalle parole di Kimi Raikkonen, che minaccia di boicottare le ultime due gare se non gli sarà versato quanto a suo credito.

Secondo Ricciardo, il prossimo pilota della Ferrari non è l’unico driver a non essere stato pagato completamente dalla sua squadra. Anche se l’investimento di Quantum Motorsport nel capitale azionario della Lotus potrebbe risolvere in fretta il problema, il dibattito resta aperto.

Ricciardo svela che l’argomento è stato discusso durante l’incontro della GPDA, associazione che riunisce i piloti del Circus. Queste le sue parole ad EspnF1, parzialmente riprese da Planet F1: “Quella di Kimi non è una situazione piacevole, ma ci sono anche altri colleghi nella stessa condizione. Pagarli dovrebbe essere un fatto assolutamente naturale”.

"Ovviamente –aggiunge il prossimo interprete della Red Bull- alcune squadre sono in difficoltà finanziarie e non è una cosa bella, ma le valutazioni economiche vanno fatte a inizio anno, prendendo le decisioni in base a quello che si ha o di cui si può disporre. Altrimenti è poco serio”.

Il ragionamento non è insensato ed interroga il mondo dei Gran Premi sulla correttezza di una simile condotta, che rischia di mettere in cattiva luce l’intera categoria. La Formula 1, che è la massima espressione del motorsport, non può permettersi situazioni del genere.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail