Gp Usa F1 2013, Felipe Massa scorre il film Ferrari

Con il Gran Premio degli Stati Uniti di Formula 1 ormai alle porte, Felipe Massa si prepara a vivere la sua penultima gara da pilota ufficiale Ferrari.

L’anno prossimo Felipe Massa sarà alla Williams, ma il suo presente è ancora alla Ferrari. Il pilota brasiliano si appresta a sostenere gli ultimi due impegni agonistici con la scuderia del “cavallino rampante”, cui è rimasto legato per molto tempo.

Quella vissuta a Maranello è stata un’esperienza che ha lasciato il segno, come emerge chiaramente dalle sue parole sul sito ufficiale della squadra italiana: “In Ferrari ho vissuto momenti incredibili, molto belli sia dal punto di vista sportivo che umano. Sono tra i piloti che hanno corso di più con le rosse, di fatto il secondo alle spalle di Michael Schumacher. Il team, cui mi sentirò sempre vicino, farà parte della mia storia”.

Massa in Italia si è sentito a casa e l’abbraccio del pubblico in occasione delle recenti Finali Mondiali Ferrari è stato il degno sigillo di una bella avventura. Nei suoi occhi si legge ancora la commozione per l’accoglienza a lui tributata, al termine di un matrimonio durato dieci anni. Ora è tempo di guardare al futuro, ma anche al presente.

L’appuntamento più vicino è quello di Austin, un circuito variegato che alterna settori veloci, con bruschi cambi di direzione, a parti più tecniche e lente, dove è fondamentale la trazione.

Questo impianto, firmato dall'architetto Hermann Tilke, è stato appositamente costruito per la Formula 1. Nel suo sviluppo propone 20 curve e significativi cambi di pendenza, che creano un profilo altimetrico molto interessante, in un quadro dove si miscelano elementi di diversa estrazione, coniugando aspetti moderni con caratteristiche dei tracciati di vecchia memoria.

Qui Massa punta a un buon risultato, per concorrere alla causa del team, che vuole il secondo posto in classifica costruttori: “Dobbiamo essere ottimisti e provare tutto il possibile per raggiungere il nostro obiettivo. Ma non sarà facile, perché la Mercedes ha una monoposto più veloce, e anche la Lotus. Dobbiamo fare due belle gare per scavalcare la Mercedes”. Poi le attenzioni del paulista si concentreranno sulla Williams, dove sbarcherà il prossimo anno.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail