BMW, per Theissen la Formula 1 resta fondamentale

theissen

Anche in un periodo di crisi come quello che stiamo attraversando, la Formula 1 resta un formidabile volano per ogni brand. Ecco perché in Bmw non sono intenzionati a lasciare il Circus. Lo dice senza giri di parole Mario Theissen, che mette in risalto l'importanza dei Gran Premi nel fornire un ritorno senza eguali alle aziende impegnate nella sfida.

Il boss del reparto Motorsport della casa bavarese spiega così le cose: "Nessun altro contesto a livello mondiale ha un fascino comparabile con la Formula 1, che resta il cuore del nostro impegno sportivo, perché offre l'opportunità di affrontare una sfida tecnica molto utile, garantendo benefici all'attività di ricerca di un'intera compagnia".

I vantaggi aziendali trovano conferma nelle analisi degli esperti di marketing, pienamente convinti dei suoi riflessi positivi. Specie da quando i costi dell'impegno si sono ridotti: "Oggi -dice Theissen- la Bmw spende il 40% in meno rispetto al 2005, quando si limitava alla sola fornitura dei propulsori". La convenienza diventerà ancora più grande nel momento in cui entreranno in vigore le nuove misure per abbattere ulteriormente gli oneri.

In attesa che ciò avvenga, il numero 1 del comparto sportivo dell'Elica sposta il baricentro del ragionamento e annuncia: "Il nostro Kers è pronto per essere impiegato a Melbourne. Dobbiamo solo valutare vantaggi e svantaggi. I piloti avrebbero 82 cavalli in più per 6.6 secondi al giro, ma gli effetti sul peso e sul consumo si spingono in un'altra direzione. Valuteremo di volta in volta il da farsi".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: