L'Autodromo del Mugello: una realtà di successo



L’autodromo del Mugello non è soltanto una delle piste più affascinanti ed impegnative del mondo, ma anche una realtà economica importante e redditizia per la proprietà e per il territorio.

E’ quanto emerso da un rapporto effettuato dalla società di ricerca Simurg, illustrato nella sala stampa del circuito toscano alla presenza del Direttore della Scuderia Ferrari Marlboro Stefano Domenicali, del nuovo Amministratore Unico della Mugello Circuit S.p.A. (la società del 100% proprietà della Ferrari che gestisce l’impianto) Paolo Poli, del suo predecessore Fausto Cappi e del Sindaco di Scarperia Sandra Galasso.
Una stima dell’impatto economico complessivo è stata valutata in circa 22,7 milione di Euro. Circa quattro milioni e mezzo di euro sono il frutto diretto delle attività dell’impianto (acquisti di beni e servizi, manutenzione immobili, gestione struttura, personale) mentre poco più di 18 milioni sono stimati come derivanti dal settore alberghiero, ristorazione, hospitality, commercio e artigianato.

L’mpresa-circuito ha guadagnato nell’anno preso in esame nella ricerca (2007) 1,9 milioni: e la differenza fra i costi (13,7 milioni, di cui 2,5 dedicati agli ammortamenti) e i ricavi (15,6), frutto di un’attività che si svolge in media due giorni su tre durante un anno solare.

“L’Autodromo significa movimento di persone e di risorse, investimenti e opportunità di sviluppo” – ha dichiarato Domenicali - “La Ferrari crede in questo impianto e desidera valorizzarlo al massimo nel futuro tramite nuove iniziative.

Dal punto di vista organizzativo questa struttura rappresenta l’eccellenza non solo in Italia ma in tutto il mondo. Voglio ringraziare tutte le persone che vi lavorano: è un organico snello, fatto quasi interamente di gente del luogo che sanno dare il massimo con impegno e professionalità”.

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: