F1, McLaren invita la Red Bull a stare attenta

Dalla McLaren arriva un avvertimento alla Red Bull, cui gli uomini del team di Woking riferiscono la loro esperienza, per far notare come qualche volta gli scenari possono cambiare in fretta.

Martin Whitmarsh avverte i colleghi della Red Bull e dice loro che nessuna squadra ha la garanzia del successo in Formula 1. Il boss della McLaren cita il caso della sua scuderia per dare contorni concreti all’affermazione, suscettibile in caso contrario di essere derisa, alla luce del dominio espresso dalle “lattine volanti” negli ultimi tempi.

Come ricorda il sito di Planet F1, il team di Woking chiuse al terzo posto il campionato del mondo 2012, con un finale in crescendo, nel segno della gloria. Sembrava che la formazione d’oltremanica avesse imboccato la strada giusta per imporsi nel 2013, ma le cose sono andate in modo completamente diverso, come abbiamo potuto appurare nel corso di questi ultimi mesi.

La cattiva forma della McLaren nella stagione agonistica appena andata in archivio conferma come nessuna squadra possa sentirsi blindata dalla superiorità espressa in pista nella stagione precedente. A dire il vero, la Red Bull viene da una striscia vincente sigillata da quattro doppiette iridate consecutive, ma questo potrebbe non bastare nel 2014, anche alla luce delle profonde revisioni normative attese per il prossimo anno.

Ciò rappresenta la speranza per i rivali, stanchi di arrendersi alla legge del team di Milton Keynes, che però sembra molto fiducioso anche per il futuro. Whitmarsh pensa che un calo di forma della Red Bull sia possibile, tenendo conto di quanto successo alle McLaren. Qual è il vostro punto di vista?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail