F1, Ferrari prova il nuovo motore V6 sovralimentato a Fiorano

Nel 2014 in Formula 1 arriveranno i motori V6 sovralimentati da 1.6 litri, che rappresentano la più importante novità della prossima stagione agonistica. Per l’opera di “sgrassamento”, i tecnici della Ferrari hanno scelto di montare l’unità propulsiva su un prototipo camuffato del modello più spinto della produzione del “cavallino rampante”. Questa è l'impressione, guardando il video. Il sound è intenso, ma non si esprime con la splendida e inimitabile armonia di un cuore aspirato.

Ricordiamo che la tecnologia ibrida ha fatto il suo esordio nel Circus con il Kers all'inizio della stagione agonistica 2009.

Il Kinetic Energy Recovery System è un sistema di recupero dell'energia cinetica in frenata, che viene riutilizzata per la trazione del veicolo, fornendo dosi aggiuntive di energia, come supplemento di potenza.

Ora si viaggia verso l'Ers, pensato per le unità propulsive del prossimo anno, dove l'elemento "ibrido" offrirà una combinazione di energia termica (proveniente dalla turbina) e cinetica (derivante dall'ormai "classico" KERS).

Il sistema sarà costituito da un motore per il recupero dell’energia cinetica (MGUK) e uno per quella termica (MGUH), entrambi collegati ad un pacco batterie da un lato e al motore dall’altro.

La potenza massima utilizzabile in un giro generata dalla MGUK sarà limitata a 120 kW per un totale di energia di 4 MJ - il doppio in termini potenza rispetto a quella attuale, il decuplo come energia complessiva - mentre quella immagazzinabile sarà la metà; invece, la quantità di energia sfruttabile prodotta dalla MGUH sarà libera.

Ciò significa che se fino ad oggi il KERS è un elemento che fa la differenza in base alla sua efficienza, domani il sistema non dovrà essere soltanto efficiente ma potrà fare la differenza anche in termini di prestazione assoluta. Sul piano dei tempi sul giro, il guadagno generato dalla nuova tecnologia è stimato in circa tre secondi mentre la potenza massima prevista sarà simile a quella attuale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati