Fia WEC: Davide Rigon secondo in Bahrain fra le GTE AM

La 6 Ore del Bahrain si è chiusa in modo felice per i colori italiani, con una tripletta mondiale che ha fatto sventolare con gioia la nostra bandiera.

La sfida di Sakhir ha consegnato una tripletta mondiale al Belpaese, con questi titoli: Costruttori GT per la Ferrari, Team per AF Corse, Piloti GTE Pro per Gianmaria Bruni.

Quest’ultimo, insieme a Toni Vilander, sulla Ferrari 458 Italia della squadra piacentina, è salito sul gradino più alto del podio. Buona la performance in GTE AM di Davide Rigon, alla quarta apparizione nel Mondiale Endurance dopo il secondo posto al debutto di Interlagos, il quarto posto di Fuji e la vittoria in Cina.

Il pilota vicentino si è messo in evidenza anche nell’ultimo appuntamento stagionale del WEC, in una serie che l’anno prossimo registrerà l’ingresso di Mark Webber, giunto alla fine della sua avventura in Formula 1, dopo il divorzio dalla Red Bull.

A fine gara, Rigon ha guadagnato infatti la piazza d’onore nella sua categoria, al volante di una 458 GTE, contribuendo in modo determinante alla conquista del titolo Team per l’8Star Motor-sport e Costruttori per la Ferrari. Una prova di talento e professionalità, su cui non si avevano dubbi.

Ecco le sue parole al traguardo: “Sono veramente felice per questo nuovo podio con cui ho contribuito alla vittoria finale della squadra e del cavallino rampante. Mi riempie di gioia il fatto che al debutto in un campionato così selettivo e impegnativo come il Mondiale FIA WEC ho conquistato in soli quattro appuntamenti la bellezza di una vittoria, due secondi posti e un quarto. La 458 si è dimostrata una macchina sensazionale come conferma il successo tra i costruttori di Ferrari”.

Foto | Minardi.it

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: