L'incredibile rimonta (sotto la pioggia) di una Porsche 911 RSR

Jim Pace credeva di aver ormai compromesso la sua Spa Classic, per colpa di un guasto meccanico che gli ha impedito di concludere le qualifiche. Ha sfogato tutta la sua rabbia in gara...

Un guasto di natura meccanica ha costretto Jim Pace a terminare anzitempo la propria sessione di qualifiche. Era sabato 1 giugno, e Pace pensava di aver ormai compromesso la sua Spa Classic. Il meteo della Vallonia però è mutevole, lo sappiamo, e nel giro di qualche ora il circuito belga sarebbe stato investito da una bomba d’acqua. Pace avrà sperato che magari, forse forse, con un pizzico di fortuna… Lo vediamo quindi partire dai box, in condizioni climatiche pessime: la forte pioggia rende la visibilità pressoché nulla.

Il pilota statunitense ha tuttavia il piede pesante, come dimostra la vittoria ottenuta nel 1996 alla 24 Ore di Daytona. Dà quindi origine ad una rimonta straordinaria, con sorpassi all’esterno ed all’interno, in accelerazione o staccata, fino ad aggiudicarsi una vittoria che alcune ore prima gli sarà parsa una chimera. Jim Pace guida una Porche 911 RSR del 1974, lo stesso esemplare che si aggiudicò la vittoria di categoria nella 24 Ore di Le Mans 1975. Adotta il sei cilindri boxer da 2.8 litri e 280 CV, capace di restituire una velocità massima di 285 km/h ed uno 0-960 km/h in 5.5 secondi.

  • shares
  • Mail