F1: Di Resta verso i saluti, può andare in Indycar o DTM

Il pilota inglese non pensa di restare nel circus: "Improbabile la mia permanenza in F1, ma voglio continuare a correre"

Il mercato piloti sta mettendo, piano piano, a posto tutti i suoi tasselli, in vista della stagione 2014, che prenderà il via il prossimo 16 marzo in Australia. I team principali sono già al completo da qualche settimana ed anche le altre scuderie stanno annunciando il proprio line-up per l’anno prossimo. Tra i sedili ancora da occupare ufficialmente c’è quello di seconda guida alla Force India: il team indiano ha annunciato il ritorno di Nico Hulkenberg ad inizio settimana, mentre per l’altro posto il grande favorito è Sergio Perez.

Come abbiamo detto nei giorni scorsi, il messicano è vicino all’accordo con il team, mentre l’alternativa resta la permanenza di Adrian Sutil. L’altro pilota nel Mondiale 2013 della Force India, cioè Paul Di Resta, appare quasi fuori per la prossima stagione ed anche lo stesso diretto interessato ne è consapevole: “E’ molto improbabile la mia permanenza in Formula 1”, ha detto l’inglese a margine di un’udienza alla corte di Londra, per una causa contro il suo ex manager Anthony Hamilton.

Anche se fosse così, il pilota britannico non resterebbe a piedi, ma sarebbe in procinto di andare negli Stati Uniti per correre nella formula Indycar: “L’obiettivo primario è continuare a correre – aveva detto qualche tempo fa – ho ancora molto da offrire”. E Di Resta potrebbe prendere il posto proprio del cugino Dario Franchitti, costretto al ritiro dalle corse, dopo il terribile incidente di qualche mese fa a Houston. L’altra alternativa è un passaggio nel DTM, il campionato turismo tedesco. Entro fine anno, quasi certamente, arriverà la decisione definitiva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail