Peugeot 2013: il leone rampante festeggia gli esemplari di razza

Peugeot ha vissuto un 2013 felice sul fronte del motorsport, che è stato festeggiato nel corso di una serata al Bobino Club di Milano, in presenza dei clienti sportivi del marchio.

L’anno che ci apprestiamo a mettere in archivio è stato importante per Peugeot, anche dal punto di vista sportivo. La casa del “leone rampante” può gioire per i successi nei grandi appuntamenti internazionali, come la 24 Ore del Nürburgring, le emozioni della Pikes Peak e, per quanto riguarda l'Italia, le sfide in pista della RCZ Racing CUP ed il debutto vincente della 208 R2.

Da segnalare, inoltre, la conquista del settimo scudetto tricolore fra i costruttori: un risultato che fa dell’azienda francese il marchio estero più titolato nei rally del nostro paese.

Nel corso della serata lombarda sono stati premiati i piloti che si sono maggiormente distinti nell’arco dell’anno. Scorriamo i loro nomi, per inquadrare meglio le stelle che hanno illuminato la stagione agonistica della Peugeot in Italia.

Per la pista Giacomo Ricci (vincitore di categoria alla 41^ edizione della 24 Ore del Nurburgring con la 208 GTi Peugeot Sport da 300 cavalli) e Leonardo Geraci (vincitore della RCZ Racing Cup, a cui sono state consegnati gli orologi Quarto di Miglio, esemplari unici dedicati alla trofeo, e le chiavi della RCZ stradale 1.6 benzina 200 CV).

Per i rally, i giovani Gabriele Cogni e Silvia Mazzetti, che, a bordo della 208 R2, hanno dominato il Peugeot Competition 2013.

Riconoscimenti anche per i “magnifici quattro” - i privati Alessandro Perico, Stefano Albertini, Mauro Trentin e l'ufficiale Paolo Andreucci – che con le loro prestazioni hanno fatto sì che il Leone abbia continuato ad essere il miglior Marchio del Campionato italiano rally (CIR).

  • shares
  • Mail