F1 Ferrari 2014: presentato il nuovo V6 turbo, si chiama 059/3

Il responsabile motori Marmorini: "La sfida sarà massimizzare l'efficienza. E' da due anni che lavoriamo al progetto"

La sfida sarà massimizzare l’efficienza”. Parola di Luca Marmorini, responsabile motori Ferrari, nel giorno della presentazione dei primi dettagli del nuovo propulsore V6 turbo, che equipaggerà la monoposto di Maranello, a partire dalla stagione 2014 di Formula 1. L’annata della rivoluzione motoristica nel circus (e non solo), quella in cui tutti partiranno quasi da zero ed i valori in campo saranno piuttosto indecifrabili, fino al primo responso della pista, nella gara d’apertura del Mondiale in Australia a metà marzo.

Sono due anni che stiamo lavorando a questo progetto - ha proseguito il tecnico di Maranello, davanti ad un ristretto numero di invitati a questa ‘prima’, seppur ancora senza immagini ufficiali o sound - E’ molto complesso e maggiore sarà l’efficienza, più alta sarà la potenza disponibile”. E, dunque, la monoposto potrà andare più veloce. Il motore a turbocompressione da 1600 cc sarà collegato ad un motore elettrico, che fungerà da generatore e permetterà di recuperare energia dai gas di scarico. Un secondo propulsore elettrico, invece, consentirà il recupero dell’energia in frenata.

Tutta l’energia generata dai motori elettrici sarà immagazzinata in un pacco batterie molto più grande - ha spiegato Marmorini - e potente di quella esistente ma manterrà la sua collocazione sotto il serbatoio benzina”. Ovviamente, la sfida del 2014 sarà legata non solo al motore, ma all’efficienza dell’intera monoposto e James Allison, neo direttore tecnico, è ottimista: “Poter costruire insieme motore e telaio è sicuramente un bel vantaggio. Altre squadre non possono fare altrettanto e mai come quest’anno sarà un’operazione complessa l’installazione della nuova power unit sul telaio”.

  • shares
  • Mail