Ferrari 150° Italia in scala 1:8, per mettere una F1 in camera

Il Ferrari Store fornisce ai più facoltosi appassionati del “cavallino rampante” la possibilità di esporre in casa una splendida replica in scala della Ferrari 150° Italia.

Questa riproduzione, frutto della sapienza di Amalgam Fine Model Cars, cattura ogni dettaglio e caratteristica della monoposto reale, in 60 centimetri di lunghezza. Dal punto di vista della configurazione, si tratta di quella usata da Felipe Massa nel Gran Premio d’Australia 2011.

Il merito della perfetta fattura del modello in scala è dell’abilità delle maestranze, che hanno operato utilizzando i dati CAD originali forniti direttamente dai workshop Scuderia Ferrari. Sono state duemila le ore di lavoro richieste per arrivare al risultato. Questo, insieme alla tiratura limitata di 199 pezzi numerati e certificati, giustifica il prezzo di 3.598 euro.

Ricordiamo che la 150° Italia è stata la vettura con cui la casa di Maranello ha preso parte al suo 62° Campionato del Mondo di Formula 1. Il nome rende omaggio all'Unità d'Italia, nell’anno del centocinquantesimo anniversario. L'ampio tricolore sull'ala posteriore sottolinea ulteriormente la cosa.

Il vernissage del bolide si svolse presso una tensostruttura allestita all'interno della fabbrica, in presenza di John Elkann e Sergio Marchionne, presidente e amministratore delegato del gruppo Fiat. Diversi gli elementi che hanno influito sul disegno della vettura, in particolare dal punto di vista aerodinamico, tanto che la 150° Italia può essere considerata un taglio netto rispetto al passato. Gli aspetti innovativi sono stati in parte dettati dalle modifiche regolamentari, in parte derivati da contributi originali dei progettisti.

L’implementazione del Kers ha avuto un impatto significativo sul progetto, considerato anche che la dimensione del serbatoio è molto diversa rispetto al 2009. Notevoli anche i cambiamenti dettati dall’introduzione di più severe norme di sicurezza in materia di crash-test, strutture di protezione dell’abitacolo e cavi di ritenzione delle ruote in caso di incidente. La parte anteriore della scocca della 150° Italia appare più alta rispetto a quella della F10. Le imboccature delle prese d’aria laterali sono ridotte ed è stata modificata la configurazione di quella dinamica posta sopra la testa del pilota.

  • shares
  • Mail