WTCC Oschersleben. Farfus in mostra, Priaulx e Jorg Muller vincono




Bell'appuntamento quello di Oschersleben, prima di tutto per l'Alfa156 di Farfus che nonostante l'età continua ad impensierire le tedesche, e poi per la solita incertezza dei risultati di questo campionato.
Ma andando con ordine in Gara 1 è partito dalla pole ed ha mantenuto la guida fino al termine uno spensierato Andy Priaulx. Più movimentate le retrovie, dove il plotone Seat non è riuscito a contenere un Dirk Müller che ha recuperato due posizioni sulla partenza ed altre due battagliando in pista con Thompson e Rydell, riuscendo così a conquistare il secondo posto di Gara 1. L'impressione è stata quella di un duo BMW molto veloce su una pista piuttosto favorevole alle bavaresi, mentre al contrario il trenino Seat è risultato inspiegabilmente più lento del previsto. Ovviamente grande battaglia c'è stata anche per l'ottava piazza, contesa tra Yvan Muller e Alex Zanardi, dove gli attacchi continui dell'italiano si sono conclusi con un contatto robusto che gli è costato la gara ed ha sfavorito anche il pilota Seat. Infine pesanti anche gli attacchi ai danni di Farfus, costretto da Thompson ad un passaggio sull'erba che gli è costato una posizione ma in seguito al quale ha saputo tenere il controllo su Jörg Müller e le sue bussate.
Primo tra gli indipendenti Tom Coronel con la sua Seat arrivato decimo assoluto, mentre arrivate in fila le Lacetti di Huff, Menu e Larini rispettivamente in 12^, 13^ e 14^ posizione.

L'ordine di arrivo di Gara 1:

1 - Andy Priaulx (Bmw 320si) - RBM - 14 giri in 22'12"805
2 - Dirk Muller (Bmw 320si) - Schnitzer - a 0"469
3 - Rickard Rydell (Seat Leon) - Seat - a 6"561
4 - Gabriele Tarquini (Seat Leon) - Seat - a 7"537
5 - James Thompson (Seat Leon) - Seat - a 11"242
6 - Augusto Farfus (Alfa 156) - N Technology - a 11"597
7 - Jorg Muller (Bmw 320si) - Schnitzer - a 11"925
8 - Peter Terting (Seat Leon) - Seat - a 12"416
9 - Gianni Morbidelli (Alfa 156) - N Technology - a 13"061
10 - Tom Coronel (Seat Leon) - GR Asia - a 13"443
11 - Yvan Muller (Seat Leon) - Oreca - a 17"355
12 - Robert Huff (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 17"680
13 - Alain Menu (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 21"272
14 - Nicola Larini (Chevrolet Lacetti) - Chevrolet - a 22"446
15 - Florian Gruber (Seat Leon) - a 22"726
16 - Jordi Gené (Seat Leon) - Seat - a 23"176
17 - Luca Rangoni (Bmw 320) - Proteam - a 24"168
18 - Marcel Costa (Bmw 320si) - Ravaglia - a 25"188
19 - Stefano D'Aste (Bmw 320) - Proteam - a 31"992
20 - Jens Edman (Peugeot 407) - Peugeot Denmark - a 35"855
21 - Maurizio Ceresoli (Seat Toledo) - GR Asia - a 42"301
22 - Diego Romanini (Bmw 320) - Wiechers - a 52"137
23 - Salvatore Tavano (Alfa 156) - N Technology - a 59"638
24 - Alex Zanardi (Bmw 320) - Ravaglia - a 1 giro




In gara 2 l'incredibile partenza di Jorg Müller e Augusto Farfus ha immediatamente indirizzato la gara verso il finale. I due dopo aver agguantato le prime due posizioni hanno proseguito a stretto contatto per tutta la gara mentre in terza posizione l'altro Müller ha costantemente intentato attacchi nei confronti dell'Alfa Romeo del brasiliano rallentata dalla BMW di testa che tentava di soccorrere il compagno della scuderia BMW Team Germany Dirk Muller ed ovviamente anche per difendersi. Nelle retrovie il numeroso treno di Seat ha visto tagliare il traguardo in quarta posizione dal poleman Terting seguito da Rydell, Thompson, Tarquini e Muller, mentre la prima delle Lacetti è stata quella di Huff davanti ad un Priaulx molto sottotono in gara 2. Altri punti pesanti per Tom Coronel primo anche in gara 2 tra i team indipendenti.

L'ordine di arrivo di Gara 2:

1 - Jorg Muller (BMW 320si) 14 giri in 22:11.321 media 138.38Km/h
2 - Augusto Farfus (Alfa Romeo 156) - +1.399
3 - Dirk Muller (BMW 320si) - +1.707
4 - Peter Terting (Seat Leon) - +2.913
5 - Ryckard Rydell (Seat Leon) - +5.729
6 - James Thompson (Seat Leon) - +6.473
7 - Gabriele Tarquini (Seat Leon) - +7.397
8 - Yvan Muller (Seat Leon) - +9.487
9 - Robert Huff (Chevrolet Lacetti) - +9.650
10 - Andy Priaulx (BMW 320si) - +9.851
11 - Gianni Morbidelli (Alfa Romeo 156) - +10.581
12 - Tom Coronel (Seat Leon) - +11.924
13 - Alex Zanardi (BMW 320si) - +11.926
14 - Jordi Gené (Seat Leon) - +12.198
15 - Gruber (Seat Leon) - +12.710
16 - Marcel Costa (BMW 320si) - +13.744
17 - Salvatore Tavano (Alfa Romeo 156) - +17.644
18 - Sharp (Honda Accord Euro R) - +21.538
19 - Stefano D'Aste (BMW 320i) - +27.813
20 - Jens Edman (Peugeot 407) - +29.269
21 - Nicola Larini (Chevrolet Lacetti) - +38.154
22 - Maurizio Ceresoli (Seat Toledo Cupra) - +53.459
23 - Rangoni (BMW 320si) - +54.027
24 - O'Brien (BMW 320i) - +59.628
25 - Diego Romanini (BMW 320i) - +2giri


  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: