CIR Rally di S.Marino. Subaru regina della terra

Longhi S.Marino (rallypost.com)
[Foto: Piero Longhi in azione ©www.Rallypost.com]


Il quinto appuntamento del Campionato Italiano Rally era atteso principalmente per avere delle risposte sul comportamento della Punto Super 2000 sui fondi sterrati. Infatti al Rally dell'Adriatico, unico appuntamento su terra finora disputato, la Subaru di Longhi aveva conquistato la vittoria relegando la Punto di Navarra in seconda posizione e costringendo Andreucci al ritiro per noie all'auto. Questa nuova vittoria al San Marino sembrerebbe confermare la superiorità dell'Impreza sulla terra, ma a far ridimensionare ancora una volta i risultati contribuiscono gli eventi avversi che hanno rallentato Andreucci nel corso della prima tappa.
La prima giornata infatti si è svolta per buona parte sotto abbondante pioggia ed il malfunzionamento del tergicristallo della Punto ha fatto accumulare all'incirca un minuto di svantaggio al garfagnino che ha terminato la tappa in quinta posizione con 1'04" di distacco da Longhi. A contendere la leadership della corsa sono stati inizialmente Travaglia partito subito in testa, seguito da un Aghini molto offensivo che però ha dovuto pagare 1'20" di penalità per un ritardo accumulato all'assistenza durante la sostituzione del cambio. Diretti inseguitori di Longhi e Travaglia (a 40.9") a fine giornata sono quindi stati Navarra (50.8"), Dallavilla (1'02.9"), Andreucci (1'04"), Sottile (1'15.5"), Cunico (1'16.6"), Gamba (1'33.4"), Aghini (1'53.2") e Ratiglia (1'59.6").

La seconda giornata è cominciata con l'annullamento della prima speciale, la prova più lunga, insicura ed impraticabile soprattutto per i mezzi di soccorso, ma prontamente ripristinata prima dei successivi due passaggi. A recuperare posizioni in questa tappa è stato primo tra tutti Andreucci, grazie anche ad una favorevole scelta di gomme, che lo ha portato in testa alle prime speciali di giornata. A controllarlo sempe a breve distanza c'era un prudente Longhi pronto a difendere il successo costruito il giorno precedente, mentre magica è stata anche la prestazione di Aghini, sempre in vetta alle classifiche di speciale con tempi molto vicini alla Subaru di Longhi e virtualmente secondo se non si considerasse la penalità. Sempre presente tra le prime posizioni compare la Punto di Navarra che continua ad accumulare punti pesanti, all'ombra delle più clamorose prestazioni di Andreucci. Infine tutte più dietro le Mitsubishi, che tra sfortuna, problemi di adattamento dei piloti e qualche inaffidabilità si trovano a dover lottare per ottenere prestazioni che invece dovrebbero arrivare agevolmente.

Per quanto riguarda il Super 1600 si accorciano le distanze tra Chentre, vincitore di classe con la sua C2, e la Clio di Bizzarri attualmente alla guida del campionato e giunto secondo dopo una gara molto impegnativa.


Così la classifica finale del S. Marino:
1. Longhi-Imerito (Subaru Impreza) in 2.28'59”7”
2. Andreucci-Andreussi (Fiat Grande Punto) a 40”2
3. Navarra-D'Amore (Fiat Grande Punto) a 1'05”3
4. Aghini-Cerrai (Subaru Impreza) a 1'45”4
5. Sottile-Nari (Mitsubishi Lance Evo IX) a 2'06”8
6. Dallavilla-Vernuccio (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 2'08”8
7. Travaglia-Granai (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 2'11”4
8. Cunico-Pirollo (Mitsubishi Lancer Evo IX) a 2'12”8
9. Gamba-Inglesi (Mitsubishi Lancer EvoIX) a 2'18”5
10. Perico-Carrara (Subaru Impreza ) a 2'52"2


Un ringraziamento particolare va a Pietro e a Rallypost.com, per la disponibilità e per la professionalità dei servizi fotografici messi a nostra disposizione. Consiglio una visita ai diretti interessati ed agli appassionati, perchè le gallerie sono tante e ben fatte.



Cunico S. Marino (rallypost.com)


Chentre S.Marino (rallypost.com)

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: