Renault, White: Risolveremo i problemi entro fine febbraio

L'ingegnere inglese ammette che la configurazione scelta per i test di Jerez non si è rivelata azzeccata. "Pensavamo ci fosse minor differenza rispetto al banco. Ora dobbiamo stabilire il set up definitivo entro fine febbraio".

red_bull_mechanical_issues

I problemi accusati dalle nuove power unit non lasciano tranquilli i vertici del marchio Renault. Rob White, responsabile tecnico per i motori della Losanga, ha infatti rilasciato un’intervista dalle sfumature non così calde e rassicuranti. “Abbiamo percorso troppi pochi giri, e tutti senza raggiungere il necessario livello di prestazioni – il suo pensiero –. Non c’è ad oggi un singolo componente o un singolo sistema che abbia causato particolari noie in termini di affidabilità. I nostri problemi sono dovuti ad una serie di cause: il primo giorno è stato l’Energy Store, poi il turbo ed i sistemi per aumentare la potenza”.

L’ingegnere ammette poi che tali problemi sono rimasti nascosti quando l’auto è stata collaudata al banco. “Pensavamo che la configurazione iniziale potesse rivelarsi adatta per sostenere i test di Jerez – ammette White, il cui parere è raccolto sul sito ufficiale –. Ci siamo però accorti che le differenze fra il banco e la pista sono più sostenute di quanto previsto”. Il 49enne inglese rivela poi che alcuni problemi sono comuni ed altri specifici dell’ambiente in cui la power unit è installata. “Abbiamo una lunga lista di problemi da risolvere” conclude White, ben consapevole che tutti i correttivi dovranno essere apportati entro il termine di febbraio – prima cioè che la parte interna del motore venga congelata.

  • shares
  • Mail