F1 2015: Honda registra costanti progressi nel suo motore

La fase di preparazione al rientro nel Circus, fissato nel 2015, sta procedendo bene per la Honda, il cui motore fornisce risultati incoraggianti in questa fase di sviluppo.

L’unità propulsiva della casa nipponica sta facendo dei costanti progressi, che lasciano ben sperare per il futuro.

Un comunicato stampa ufficiale del colosso del Sol Levante racconta la soddisfazione dello staff per l’andamento dei lavori, il cui avvio si è concretizzato lo scorso anno, quando la Honda ha confermato il ritorno nel Circus come fornitore dei motori destinati alla McLaren a partire dal 2015.

Anche se il centro di sviluppo resterà a Tokyo, la base operativa sarà in Europa, a Milton Keynes, dove già insiste la sede della Red Bull. Negli uomini del gruppo c’è tutta la voglia di fare bene, sfruttando il nuovo regolamento e i suoi possibili riflessi sulla produzione commerciale.

Honda parteciperà ai Gran Premi del futuro nell'ambito di un progetto congiunto con la McLaren, come fornitore del gruppo propulsore, che include il motore ed il sistema di recupero di energia.

Si tratta di una bella notizia per il mondo dello sport, perché riporta in vita un’intesa molto fruttuosa in termini di risultati. McLaren e Honda, tra la fine degli anni ottanta e l'inizio degli anni novanta, hanno guadagnato quattro titoli mondiali piloti e altrettanti titoli mondiali costruttori nell’arco di un lustro.

La statistica parla di 44 vittorie, 53 pole position e 30 giri veloci: un trend da sogno, strettamente connesso a nomi importanti come quelli di Ayrton Senna e Alain Prost, che nel 1988 guadagnarono 15 successi su 16 Gran Premi. Il ciclo è destinato a ripetersi? Difficile dirlo, ma le premesse per fare bene ci sono, anche se la concorrenza è più agguerrita che mai.

  • shares
  • Mail