F1, Pirelli e le sue cifre per i test del Bahrain 2014

Domani i motori torneranno a rombare, per la seconda sessione di test collettivi, in programma dal 19 al 22 febbraio sulla pista di Sakhir, in Bahrain.

Le monoposto di Formula 1 sono pronte ad affrontare una nuova sessione di test collettivi, dopo quella iniziale sul circuito di Jerez de la Frontera, andata in scena negli scorsi giorni.

In Bahrain entreranno in azione tutti i team, in un quadro ambientale totalmente diverso rispetto a quello sperimentato in terra iberica. Le temperature attese, secondo le previsioni, dovrebbero essere nell’ordine dei 20 centigradi con tempo asciutto.

All’orizzonte delle squadre si profila la possibilità di conoscere meglio le nuove monoposto, per affinarne i contenuti in vista del prossimo Campionato del Mondo di Formula 1. A Sakhir i piloti piloti potranno verificare in modo più significativo l’interazione tra le vetture 2014, radicalmente diverse rispetto a quelle 2013, e l’ultima generazione di pneumatici Pirelli, completamente rinnovati nelle mescole e nelle costruzioni, in un circuito dove la varietà di velocità di percorrenza e la presenza di curve con alti carichi longitudinali consente di testare in modo molto utile il comportamento delle gomme.

I fatti del test comunicati da Pirelli

• I team hanno a disposizione 135 set complessivi per i test pneumatici per tutto il 2014, incluse le prove in-season. Per i tre test invernali le squadre possono contare complessivamente su 85 set, così distribuiti: 25 per Jerez, 30 per ciascuna delle due sessioni in Barhain.

• In Barhain i team potranno testare tre mescole da asciutto: hard, medium e soft. A queste va aggiunta la mescola hard in versione invernale, che Pirelli ha sviluppato per assicurare un warm up veloce anche a basse temperature. I team hanno richiesto di poter provare questa tipologia di gomma, ideata per Jerez, anche in Barhain per verificare il comportamento di tali mescole anche a temperature più elevate. La hard “invernale” è riconoscibile dall’assenza di marcatura, mentre quella deliberata per la stagione ha il logo arancione.

• Inoltre, Pirelli metterà a disposizione un set di gomme medium aggiuntivo per vettura, in via sperimentale. Tali pneumatici, pur avendo mescole e costruzioni 2014, sono infatti da considerarsi dei prototipi in quanto progettati in vista delle novità regolamentari in vigore dal 2015 che vieteranno l’uso delle coperte termiche.

• Dei 30 set a disposizione, 22 sono selezionati da Pirelli in accordo con i team, nelle quattro versioni slick (hard, hard invernale, medium e soft). I rimanenti 8 sono scelti in anticipo da ciascun team secondo i propri piani di test.

  • shares
  • Mail