Minardi: Poche monoposto rispettano il limite del 107%

Minardi sottolinea poi come dal 2014 possa profilarsi "l'uso sfrenato della safety car". Il motivo? Da quest'anno i commissari possono rimuovere l'auto solo dopo l'accensione di nuovi led verdi, dilatando i tempo d'intervento.

f1_car_fail

L’appuntamento inaugurale della stagione 2014 è previsto domenica 16 marzo in Australia. I piloti e le scuderie hanno a disposizione ancora tre settimane abbondanti per limare i difetti di gioventù, per ovviare a quei problemi di natura meccanica che hanno suscitato rabbia e preoccupazione nei team manager. In queste tre settimane i piloti devono concentrarsi anche sulla velocità pura, dal momento che il limite del 107% non è stato certo abolito.

E’ la questione sollevata da Gian Carlo Minardi, secondo cui al termine della prima sessione di test in Bahrain solo “14 vetture risulterebbero qualificate rispetto al miglior tempo segnato da Nico Rosberg”. Il manager faenzino ricorda poi come esistano le deroghe, ma per usufruirne è necessario “aver segnato nelle prove libere almeno un tempo all’interno del 107%”. “Le vetture faticano a compiere consecutivamente una manciata di giri – prosegue Minardi, il cui parere è raccolto dal sito minardi.it –. Sono anche costrette a disattivare i sistemi di recupero energia, il tutto pur di coprire un numero significativo di chilometri. Questo però influisce sulle prestazioni”.

“Mi aspetto un uso sfrenato della safety car – prosegue Minardi –. Non dimentichiamoci che da quest’anno è possibile intervenire sulle monoposto solo dopo l’accensione di nuovi Led Verdi installati a bordo. Questo elemento potrebbe allungare le operazioni, e di conseguenza far entrare più spesso la safety-car”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail