Williams FW36: immagini e scheda tecnica

Williams è l'ultima scuderia a presentare la monoposto in vista della stagione 2014. L'attesa è stata comunque ripagata: la FW36 veste una nostalgica ed emozionante livrea Martini, azienda al ritorno in Formula 1.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:13:"Williams FW36";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1686:"
Williams Martini Racing F1 Team
Racing F1 Team

Le forme ed i contenuti tecnici della Williams FW36 passano loro malgrado in secondo piano. “Colpa” di una livrea che non può non rapire lo sguardo ed il cuore, di un abbinamento cromatico all’insegna della nostalgia e dello stile vintage, di un logo che gli appassionati di automobili non associano immediatamente – e sono forse gli unici… – all’aperitivo ed ai cocktail.

La monoposto con cui il team inglese partecipa al campionato 2014 è infatti sponsorizzata da Martini, per mezzo di quel Martini Racing Team che ormai da 44 anni rappresenta un punto fermo per tutti gli amanti delle competizioni a quattro ruote. Felipe Massa e Valtteri Bottas guideranno così una vettura con motore di provenienza Mercedes – si chiude così il biennio con Renault –, finora veloce e convincente, con cui dovranno migliorare il poco convincente nono posto assoluto ottenuto dalla precedente FW35. L’auto è stata presentata ieri a Londra ed esordirà il prossimo fine settimana, durante il GP d’Australia (16 marzo).

Il team Martin Racing debuttò il 27 dicembre 1970. Dal 1972 partecipò al campionato Formula 1, per effetto di una collaborazione con Tecno. Dal 1975 si affiancò a Brabham, mentre nel 2006 è diventato partner di Ferrari. La fama dell’azienda torinese è legata anche al mondo delle gare a ruote coperte, tanto in circuito quanto in fuoristrada.

";i:2;s:2380:"

Williams FW36

SPECIFICHE TECNICHE

Struttura dell’autotelaio:
Struttura monoscocca laminata al carbonio epossidico e a nido d’ape, supera i requisiti FIA inerenti alla forza e alla prova d’impatto

Sospensione anteriore:
Doppia forcella, molle attivate mediante aste di spinta e barra stabilizzatrice

Sospensione posteriore:

Doppia forcella, molle attivate mediante barre di trazione e barra stabilizzatrice

Trasmissione:
Cambio più marcia indietro sequenziale semi-automatico a scorrimento facile a otto velocità Williams, con selezione marce ad azionamento elettro-idraulico

Frizione:
Multi disco, al carbonio

Ammortizzatori:
Williams

Ruote:
RAYS, forgiate al magnesio

Pneumatici:
Pirelli, anteriori: 245/660-13, posteriori: 325/660-13

Sistema di frenatura:
Calibratori AP a 6 pistoni per il sistema anteriore e 4 pistoni per quello posteriore con dischi e pastiglie al carbonio

Sterzo:
Williams, servosterzo a cremagliera

Sistema di alimentazione:
ATL camera d’aria in gomma rinforzata in Kevlar

Sistemi elettronici:
unità di controllo elettronica standard FIA SECU

Sistema di raffreddamento:
Radiatori in alluminio per olio, acqua e scatola del cambio

Abitacolo:
Imbracatura di sicurezza a sei punti per il conducente con bretelle di 75mm e sistema HANS, sedile anatomico rimovibile in fibra di carbonio

Gruppo elettrogeno:
Mercedes-Benz PU106A Ibrido, Motore Interno di Combustione: Capacità 1,6 litri, 6 Cilindri, Inclinazione 90, N. valvole: 24, Max. giri/min. ICE 15.000, Max. velocità di flusso del combustibile 100 kg/ora (superiore a 10.500 giri/min.)

Iniezione:
Iniezione diretta ad alta pressione (max. 500 bar, un iniettore/cilindro), Compressore monostadio carica a pressione e turbina di scarico montati su albero comune, Max giri/min turbina di scarico 125.000 giri/min.

ERS:
Mercedes AMG HPP

PESO E DIMENSIONI

Lunghezza totale:
5000 mm

Altezza totale:
950mm

Larghezza totale:
1800mm";}}

  • shares
  • Mail