Formula 1: Kimi Raikkonen guarda con fiducia al GP di Turchia



Kimi Raikkonen rivitalizzato dal buon risultato di Montecarlo guarda con fiducia al Gran Premi di Turchia, dove spera di ottenere un altro buon risultato “Qui ho vinto una volta, quindi questo circuito non è male per me, ma vediamo prima come andrà il nostro pacchetto e poi possiamo capire cosa possiamo aspettarci da questo fine settimana, certamente farò del mio meglio, ma non posso promettere che vinceremo.

Abbiamo dimostrato qualche cosa nell'ultima gara il che significa che stiamo migliorando ogni volta, quindi potremmo essere in una posizione migliore questo fine settimana. Ma non si possono fare paragoni fra questo tracciato e quello di Monaco, quindi dobbiamo aspettare e vedere cosa succederà durante le prove libere di domani e se avremo ridotto o meno il distacco dalle Brawn. Per quel che riguarda la nostra vettura, dobbiamo solo migliorare il pacchetto generale e trovare maggior carico aerodinamico.

Quando questo succederà saremo più forti. Siamo stati la seconda miglior squadra a Monaco, ma quello è un posto particolare, quindi è difficile sapere se la situazione sarà la stessa anche in Turchia.“Felipe ha vinto diverse volte qui, mentre io ho vinto una volta, perciò se riesco a far funzionare bene la mia vettura e tutto andrà per il verso giusto, posso andare forte. “Sono sicuro che vincerò almeno una gara quest'anno, ma forse questo fine settimana è troppo presto, ma come ho già detto, non possiamo saperlo prima delle prove libere di domani”.

A proposito del futuro della F1, considerando le attuali contrattazioni politiche, Kimi ha preferito non rilasciare dichiarazioni: “Non so, non chiedete a me, è un problema delle persone che gestiscono questo sport. Non è un momento facile per coloro che gestiscono le squadre e la F1, ma forse qualcosa verrà fuori molto presto”.

Nonostante la F60 sia migliorata considerevolmente, il distacco fra la Ferrari e le squadre al vertice della classifica rimane abbastanza elevato, ma Raikkonen rifiuta di abbandonare la speranza di vincere i titoli. “Per quel che riguarda il campionato, stiamo migliorando, ma in termini di punteggio siamo molto indietro. Ma continuiamo a provare e a sperare di fare delle buone gare molto presto.

La Brawn dovrebbe attraversare un periodo molto difficile, senza segnare punti per diverse gare per perdere il vantaggio accumulato. Credo che questo sia inverosimile, anche se nel passato abbiamo visto accadere tante cose strane in F1. Se continuiamo a migliorare, possiamo avere una possibilità, anche se molto piccola. Ho sempre pensato che c'è sempre una chance finchè non è più matematicamente possibile. Anche se quel momento arriva prima della fine della stagione, noi continueremo a provare a vincere gare. Per una squadra questo è importante”.

Infine, una domanda sui riti superstiziosi che lo accompagnano prima di una gara e, sorprendentemente, l'algido finlandese non ha avuto problemi a svelarli. “Faccio sempre le stesse cose, ma non è un rituale e non devo per forza fare tutto nello stesso ordine” ha affermato. “Fondamentalmente, mi metto il casco e salgo in macchina! Non ho alcuna superstizione!”

Via | Ferrari Press

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: