GP2, Istanbul: Rigon in costante crescita, chiude ottavo

davide rigon

Sul tracciato dell'Istanbul Park, Davide Rigon ha portato a termine il suo terzo week end in GP2 Main Series, mostrando importanti progressi e chiudendo con l'ottava posizione nel secondo appuntamento.

Dopo aver sfiorato la top ten in qualifica, l'alfiere del team Trident si rende protagonista in gara 1 di una prestazione in costante crescita, passando sotto la bandiera a scacchi al decimo posto, dopo aver preso il via dal sedicesimo. Questo nonostante un consumo eccessivo dei pneumatici nelle fasi finali, che lo ha tolto dalla lotta per l'ottava piazza.

Nel secondo appuntamento Rigon è autore di una buona partenza dalla quinta fila, ma per evitare il contatto iniziale tra i Filippi e Valsecchi si vede costretto a regalare una posizione. Il pilota veneto inizia quindi a spingere girando su buoni riscontri cronometri, passando sotto la bandiera a scacchi all'ottavo posto, risultando così ancora una volta il migliore tra gli italiani.

Dice Rigon: "Fin dai primi giri di gara 1 ho iniziato a spingere, sollecitando troppo i pneumatici. Per questo nella fase finale mi sono trovato a corto di gomma, perdendo così alcune posizioni. E' stato un peccato perché l'ottava piazza (e quindi la pole position in gara 2) poteva essere alla nostra portata. Sono riuscito comunque a conquistare la decima posizione dopo aver preso il via dall'ottava fila. Al via della seconda sfida sono riuscito a fare una bella partenza, ma proprio davanti a me due vetture sono arrivate al contatto e, per evitarli, ho perso una linea. Il mio ritmo in gara è stato molto buono. Voglio ringraziare lo sponsor e il team manager Maurizio Salvadori, che mi hanno aiutato ad essere presente in Turchia. Ora, insieme al mio management, cercheremo di coprire il budget per finire la stagione. Voglio essere della partita anche in Inghilterra perché week end dopo week end migliora il feeling con vettura e team. Proseguendo su questa strada sono sicuro che possiamo ottenere dei bei risultati".

Via | Press Minardi

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: