F1: Alonso "La Ferrari sarà più competitiva in Cina"

Lo spagnolo mostra un po' di ottimismo, in vista del quarto appuntamento dell'anno: "Non siamo dove vorremmo essere, ma la squadra è superlativa"

F1 Grand Prix of Bahrain - Race

L’inizio della stagione 2014 è stato uno dei peggiori della storia, almeno recente, per quanto riguarda la Ferrari. Il team di Maranello è molto staccato dalle Mercedes sia nella classifica piloti che in quella costruttori, dove sono addirittura già 75 i punti di ritardo delle irraggiungibili monoposto tedesche. L’ultima gara in Bahrain è stata disastrosa, sicuramente la peggiore tra le tre disputate, non solo per quanto riguarda il risultato, ma soprattutto per non essere mai stata in lotta nemmeno per il podio.

I TEMPI DEI TEST IN BAHRAIN

Ieri e oggi Fernando Alonso sta lavorando sulla pista di Sakhir, nella prima sessione di test nel corso della stagione, per cercare di sviluppare la F14 T e renderla almeno al livello delle inseguitrici delle frecce d’argento. E lo spagnolo si mostra un po’ più ottimista, seppur ovviamente preoccupato per un avvio così deludente: “Questo circuito è uno dei peggiori per noi – ha detto ad Autosport – e mi aspetto di essere più competitivo in Cina, così come a Barcellona e Monaco. In questi circuiti, ci servirà salire sul podio”.

L’iberico spera di recuperare un po’ di velocità massima e di trazione in uscita di curva, due dei punti più dolenti della vettura di Maranello, e confida nel lavoro del team: “La squadra è superlativa, anche se non siamo nella posizione in cui vorremmo essere. Ci serve solamente lavorare”. Per risalire immediatamente e provare a dare una svolta ad una stagione partita con grandi speranze ed ora a forte rischio di fallimento. Anche se è appena iniziata.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail