Formula 1: anche la BMW rinuncia al Kers



Mario Theissen a Silverstone ha confermato che la squadra tedesca abbandonerà lo sviluppo del Kers, proprio la BMW che si era battuta per la sua introduzione contro il parere di tutti gli altri teams.

Speriamo che questa scelta scellerata della BMW sia da monito in futuro a tutti i costruttori, cioè di non insistere su scelte tecniche costose ed incerte sul loro funzionamento solo perché si hanno soldi da spendere e si pensa di ottenere un vantaggio: nel caso del Kers questo abbaglio è costato qualcosa come 35 milioni di euro, alla faccia della crisi. La giustificazione del Boss BMW è che le novità aerodinamiche introdotte sulla vettura funzionano bene, ma non permettono l’istallazione del dispositivo, che comunque si era rivelato come per tutte le altre scuderie troppo pesante, al punto da impedire il corretto bilanciamento della monoposto.

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: