McLaren, Hamilton: "Dobbiamo pensare al 2010"

lewis hamilton

Lewis Hamilton invita la sua squadra a focalizzare gli sforzi sulla prossima stagione, perché cercare di ricucire lo svantaggio dai migliori può incidere negativamente sul processo di sviluppo della nuova monoposto.

Il campione del mondo in carica non nasconde la verità: "Non ci interessa più il piazzamento finale nel Mondiale. Dobbiamo fare tutto il possibile per avere in pista la migliore vettura del 2010". Il ragionamento appare condivisibile, ma non ha la stessa valenza che avrebbe meritato in prospettiva di un deciso cambio regolamentare, come accaduto per il campionato in corso.

Adesso vige un regime di sostanziale stabilità normativa, per cui staccare la spina dall'ordinario processo di sviluppo equivale a perdere un po' di lubrificazione evolutiva, utile anche quando si elabora un nuovo progetto. L'ideale sarebbe iniziare nei tempi giusti la definizione della nuova monoposto, alla quale dedicare le principali attenzioni, senza perdere di vista gli step correnti, le cui indicazioni possono rivelarsi utili anche per il futuro.

La scelta finale spetterà al management. Dal canto suo Hamilton spera di mettersi presto alle spalle questa stagione. Il campione del mondo in carica non gradisce di essere spodestato per cause imputabili al suo mezzo: "Se la mia monoposto fosse veloce come la Brawn GP, forse si potrebbe fare un paragone tra me e Jenson. Ma non mi pare proprio il caso".

Via | Eurosport.com

  • shares
  • Mail
17 commenti Aggiorna
Ordina: