GT Open Estoril: Missione compiuta per Bobbi e Ruberti in Gara 2


Non ci sono inconvenienti di sorta a frenare la marcia del Team Edil Cris, che vince la seconda gara dell'Open GT all'Estoril, rifacendosi della delusione patita in gara 1. La Ferrari 430 GT2 affidata a Ruberti e Bobbi perde l'avversaria più pericolosa, la 430 GT2 Playteam di Pierguidi e Bartyan già nel corso del giro di ricognizione. E' invece la Marcos LM600 di Euser e Cristovao a dar filo da torcere alla Ferrari "made in Seriate", riuscendo a portarsi in testa nelle prime curve, ma costretta ben presto a giocare in difesa sotto la pressione della GT italiana, che passa dopo 15 minuti di gara.
Dietro i primi due equipaggi in lotta per la vittoria si crea un trenino di vetture in lotta per il terzo posto, composto dalla Mosler della GTA (Aicart-Guerrero) che esce indenne da un contatto con la Ferrari 430 GT2 della Roger Racing, dalla Ferrari 360 GT2 Playteam di Giao-Amorin, e dalla Seat Cupra GT Sun Red di Vivancos e Vinyes. A questo trenino si avvicina anche la Ferrari 360 GT2 GPC di Andrea "120%" Montermini e Pedro Bastos, vincitrice in gara 1, e al 20' minuto riesce a superare la Seat. Anche la Mosler della Motor Competition si accoda al gruppetto in lotta per il terzo posto, riuscendo anch'essa a passare la Seat Cupra GT, ma si gira appena dopo.
La Mosler GTA inaugura le soste per cambio pilota tra i team di testa al 30' mentre si trova in terza posizione. Appena dopo si fermano i due equipaggi nelle prime due posizioni. Nonostante accusasse alcuni secondi di svantaggio, la Marcos rientra in pista in testa, grazie alla minore penalità da scontare.
I cambi pilota cambiano fisionomia al gruppetto in lotta per il gradino più basso del podio. La Mosler della GTA si ritrova ancora terza, ma adesso deve guardarsi da altre due Ferrari 360 GT2: la seconda vettura della Playteam (Giao-Amorin) e la seconda della GPC (Gardel-Lambertini).
Mentre la Ferrari 430 GT2 Edilcris si riprende perentoriamente la testa, la 360 Playteam supera la Mosler per la terza piazza. La Mosler deve ricorrere a staccate "oltre" il limite per difendersi anche dalla Ferrari 360 GPC, e alla fine incorre in un errore che regala la quarta piazza (poi diventata terza per problemi alla Marcos) alla vettura italiana. La Ferrari 430 GT2 della Playteam riesce a rinvenire fino alla sesta piazza finale, dietro la Porsche GT3 della Drivex, ed in questo modo Pierguidi e Bartyan conservano, per tre punti, la leadership in classifica sui piloti della Mosler GTA Guerrero ed Aicart.
Problemi tecnici hanno invece posto fine, nelle primissime fasi, alla gara della Ferrari 360 GT2 della Edil Cris (Cressoni-Rota).
In GT3 Stefano "pane al pane" Zonca ed Andrea "Rambo" Belicchi vincono ancora, davanti all'altra Viper Racing Box di Marco Cioci e Piergiuseppe "l'allegro chirurgo" Perazzini, e alla Viper francese di Medard e Pla. Posizioni assolute dalla 16esima in avanti per i protagonisti della classe GT3.

  • shares
  • Mail