F1, il futuro del GP Malesia è ancora incerto

Non sempre nel Circus la continuità di un impegno agonistico è un fatto scontato. Qualche volta ci sono rischi di interruzione di una certa consistenza.

F1 Grand Prix of Malaysia - Race

Futuro incerto per il Gran Premio di Malesia di Formula 1. L’amministratore delegato del Sepang International Circuit dice che le prospettive della gara sono nebulose, per una serie di ragioni.

Il contratto attuale con Bernie Ecclestone scade nel 2015, ma come riferisce il sito di Planet f1 è stata concessa la negoziazione di un nuovo accordo, il cui cammino è in corso, con diverse nubi. Il traguardo sembra ancora lontano.

L'ESITO DELLA GARA DI QUEST'ANNO A SEPANG

Ecco cosa ha detto il capo del circuito, Razian Razali, in un'intervista su crash.net: “Ci stiamo muovendo insieme al governo, ora si profila un grande incontro a Barcellona per discutere della questione. Naturalmente ci sono un sacco di fattori da considerare, come le prospettive della Formula 1 nei prossimi cinque anni. Inoltre ci sono i problemi attuali legati al sound delle monoposto, che non crea show. Vedremo, nulla è scontato”.

E’ chiaro che per rinnovare l’impegno in Australia vogliono garanzie di uno spettacolo vero, inseguito con scelte sagge da parte della federazione, che preservino l’identità e il fascino più puro del mondo dei Gran Premi. Cosa accadrà? Difficile dirlo.

Ricordiamo che la sfida malese si svolge sul tracciato di Juala Lumpur, progettato dall’architetto Hermann Tilke, in un quadro ambientale spesso reso difficile dalle bizze del tempo, che mutano improvvisamente gli scenari.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: