F1 2014, Force India punta a tenere dietro la McLaren

Ambizioni preziose per la Force India, che punta a tenere dietro la McLaren in classifica costruttori.

F1 Grand Prix of China

La Force India si sta giovando della fase infelice della McLaren, che è andata a secco nelle ultime due gare, per estendere il vantaggio sul team di Woking, sperando di precederlo nella classifica di fine stagione.

Il gruppo di Vijay Mallya è attualmente terzo fra i costruttori, con due punti di vantaggio sulla Ferrari e undici punti di vantaggio sulla McLaren.

Questa situazione apre la speranza verso scenari inediti e molto interessanti. Il vice team principal Bob Fernley spera che le lotte con gli uomini del team di Woking continuino (magari contando anche sulla sfortuna degli avversari, ndr), mentre altri orizzonti sembrano fuori portata, come si evince dalle sue parole su Autosport, parzialmente riprese da F1 Times: “Per noi è difficile competere con Red Bull e Mercedes. Non sarà facile neppure la sfida con la Ferrari. Cercheremo di resistere il più a lungo possibile alla probabile ripresa delle rosse. Su alcuni circuiti, ostici per loro, potremo dire la nostra”.

GP CINA F1 2014: LA CRONACA COMPLETA DEL WEEKEND DI SHANGHAI

Come riferito in altre occasione, i sacrifici stanno dando i loro frutti in casa Force India, regalando ottime soddisfazioni agli uomini del team. Il “reset” creato dai nuovi regolamenti ha prodotto un certo beneficio alla squadra, che sta mettendo a frutto il lavoro compiuto dai suoi uomini nel corso di questi mesi.

Nel primo scorcio della stagione agonistica 2014, Nico Hulkenberg e Sergio Perez hanno ottenuto dei risultati luminosi, segnando un ottimo avvio di campionato per la squadra di Vijay Mallya.

Come evidenzia il sito di Planet F1, questo passo incisivo si è tradotto in una buona situazione di classifica, raccontata bene dal terzo posto fra i costruttori, con 54 punti, alle spalle di Mercedes e Red Bull. Ottima anche la collocazione nel campionato conduttori, con il quarto posto assoluto di Hulkenberg. Ora si guarda avanti, con una certa dose di fiducia.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail