WTCC, Alex Zanardi: "Sto per attraccare al Porto!"

alex zanardi

Alex Zanardi, prima della tappa portoghese del Campionato Fia WTCC, indirizza una lettera ai suoi tifosi, che si augurano di poter gioire con un successo simile a quello conquistato in Repubblica Ceca.

Non sarà facile, ma comunque vada, il pilota italiano saprà regalare grandi emozioni, per l'entusiasmo con cui riesce ad affrontare le sfide più difficili. A lui rinnoviamo la nostra stima: Forza Alex!

"Ciao Amici,

sono in partenza per il Portogallo dove questo fine settimana cercherò di farmi valere tra le scatenate fila del Mondiale Turismo. L'impresa di Brno sarà difficile da ripetere, tuttavia sia io che il mio compagno di squadra partiamo motivati e convinti di poter portare a casa qualcosa di buono.

Certo, i circuiti cittadini tendono a favorire più l'agilità delle trazioni anteriori per cui soprattutto in qualifica sarà dura inserirsi nei top ten. Però in gara possiamo dire la nostra e ovviamente la ricetta vincente si costruisce prima di tutto "rimanendo in pista". Le insidie dei tracciati cittadini giocano spesso brutti scherzi: spero di essere uno di quelli che transiteranno con l'auto ancora a posto al termine del primo giro.

Quest'anno su 12 gare disputate nel corso del primo giro sono stato tamponato 12 volte. Qualcuno potrebbe obiettare che stacco troppo presto ma a Brno, in gara uno, mi hanno tamponato già sulla linea del traguardo in pieno rettilineo!!!!

Capisco che se un pilota non ama il "corpo a corpo" deciso è una decisione quasi masochistica quella di scegliere il WTCC come impegno sportivo, però a mio avviso nelle nostre gare ci sono estremizzazioni dell'agonismo a cui bisognerebbe porre un freno. Vedremo... parlo come un rompiscatole, me ne rendo conto, per cui glisso, vi saluto e vi rimando alle news che sarò in grado di inviarvi da Porto.

Ciaoooooo"

Alex Zanardi

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: