GP Spagna F1 2014: resoconto Renault

La sfida di Montmelò ha offerto una nuova prova del dominio Mercedes, ma in casa Renault si ha fiducia nel futuro.

F1 - GRAND PRIX OF SPAIN 2014

Il Gran Premio di Spagna di Formula 1 si è chiuso nel segno della gloria per la Mercedes, protagonista di una nuova doppietta, con Lewis Hamilton davanti a Nico Rosberg.

I due piloti delle “frecce d’argento” hanno fatto il vuoto alle loro spalle, confermando un momento felice che rischia di segnare in modo univoco la stagione agonistica 2014.

Nel Circus, però, gli scenari non sono statici e qualche cambiamento, anche importante, potrebbe verificarsi, come insegna la storia. Quindi è giusto, oltre che doveroso, il fiducioso impegno degli inseguitori, pronti a giocarsi al meglio le loro carte per risalire la china e rendere più avvincente lo spettacolo al vertice.

In casa Red Bull si farà il possibile per cucire il divario dalle monoposto della “stella”, contando sul pieno supporto della Renault. Nella sfida di ieri, abbracciata dal pubblico di Barcellona, le “lattine volanti” hanno conquistato il terzo e quarto posto, con Daniel Ricciardo davanti a Sebastian Vettel.

GP Spagna F1 2014: la cronaca della gara di Barcellona

Il campione del mondo in carica si è reso protagonista di una spettacolare rimonta dalla quindicesima posizione in griglia di partenza, segnando anche il giro più veloce in gara. Elementi che aprono qualche dose di speranza, in uno scenario al momento ben definito nei piani più alti.

La Renault si è giovata in terra iberica anche dei punti conquistati dalla Lotus, i primi della stagione per il team di Enstone. Non ci sono i presupposti per saltare in aria dalla gioia, specie dopo quello che si era visto negli ultimi anni, ma gli uomini della casa transalpina cercano di fare tesoro degli input positivi.

Queste le parole di Rémi Taffin, direttore delle attività di pista di Renault Sport F1: “Un podio per Daniel ed un quarto posto valoroso e solido per Sebastian: questo è il miglior risultato che potevamo sperare per questo fine settimana. Naturalmente, la squadra Mercedes ha un'ottima auto nel suo complesso ed è davanti, ma gli scarti tra i quattro inseguitori principali sono molto stretti e abbiamo osservato buoni combattimenti in pista oggi. Ciò dimostra che esiste più competizione a livello dei motori rispetto ai primi Gran Premi e nulla è ancora deciso. Inoltre, è gratificante vedere la scuderia Lotus tornare fra i primi posti in modo regolare”.

Nel complesso –aggiunge il manager transalpino- abbiamo effettuato questo weekend progressi significativi, soprattutto in termini di gestione dell’energia e del carburante. Inoltre, abbiamo migliorato la flessibilità del propulsore. Direi che ormai abbiamo recuperato il 90% del nostro ritardo, e gli ultimi sviluppi sono già in programma. Noi li testeremo la prossima settimana e siamo fiduciosi di poter apportare ulteriori miglioramenti per il Gran Premio di Monaco”.

Foto | Renault.com

  • shares
  • Mail