F1 test Barcellona 2014: la Ferrari va in fumo, Raikkonen rompe il motore

Il finlandese ha interrotto le sue prove dopo appena due giri, a causa di un problema meccanico alla power unit, poi ha chiuso quarto.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:35:"Test Barcellona: Raikkonen in pista";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:2280:" F1 Grand Prix of China - Practice

Il momento nero della Ferrari non accenna a finire. Sono durati appena due giri i test di Kimi Raikkonen a Barcellona, nel corso della prima giornata: il motore della F14 T del finlandese si è rotto immediatamente ed è andato in fumo, interrompendo così le prove della scuderia di Maranello. Non era un propulsore a fine chilometraggio, ma il team italiano sta sperimentando anche qualche soluzione al limite, proprio per provare a recuperare la competitività e poter tornare a competere con Mercedes e Red Bull.

PRIMA GIORNATA: IL MIGLIOR TEMPO E' DI CHILTON

La faccia del pilota del Cavallino, al rientro ai box, non era di quelle ovviamente più felici, considerando anche tutte le difficoltà avute da Raikkonen in questo avvio di stagione, dove il suo miglior risultato restano i due settimi posti conquistati in Australia e Spagna. Non certo quello sperato quando ha firmato il suo ritorno alla Ferrari e nemmeno alla vigilia della stagione, quando si iniziava a sospettare una Mercedes davanti a tutti, visti i tempi e le prestazioni fatti segnare nel corso delle prove invernali.

Il finlandese è poi riuscito a tornare in pista nel pomeriggio, ma è stato protagonista di un testacoda, che ha rallentato nuovamente il lavoro. Alla fine, ha chiuso con il quarto tempo (1'26"965) ed ha completato 21 giri. Il miglior tempo, a sorpresa, è andato a Max Chilton con la Marussia (1'26"434), mentre il team dominatore di questa stagione, in pista con Lewis Hamilton, ha completato ben 79 giri ed è stato il pilota per più tempo sul tracciato, escluso Van der Garde.
";i:2;s:2370:"

Test Barcellona: Raikkonen in pista

Spanish F1 Grand Prix - Race

Il momento in casa Ferrari è decisamente negativo. La prestazione di Barcellona è stata davvero preoccupante e la stagione 2014 assomiglia tanto ad un calvario: partita con grandi speranze e fiducia, ora la corsa iridata appare già un lontanissimo miraggio, come quelle Mercedes irraggiungibili. La speranza di un’inversione di rotta appare difficile ed in molti si chiedono se non sia già il caso di iniziare a pensare al 2015. Per ora a Maranello sono ancora convinti di poter raddrizzare questo campionato e ci proveranno almeno fino al Canada.

GP SPAGNA 2014: I POCHI MOMENTI DA RICORDARE

La gara di Montreal, del prossimo 8 giugno, sarà un po’ il crocevia della stagione del Cavallino: Montezemolo ha annunciato grandi novità e sembra in arrivo praticamente una versione bis della F14 T. Se otterrà i risultati sperati, la Ferrari proverà la rimonta, altrimenti il pensiero correrà all’anno prossimo. Nel frattempo, è sempre in corso il lavoro per rilanciare la ‘rossa’ e da oggi Kimi Raikkonen sarà nuovamente in pista a Barcellona per la due giorni della seconda sessione di test nel corso della stagione.

Il finlandese si concentrerà sugli aggiornamenti, mentre a Maranello i tecnici sono al lavoro per effettuare le correzioni tecniche sulle lacune della F14 T. Il neo team principal della scuderia sprona il gruppo: “La situazione necessita un immediato cambio di marcia, noi crediamo nel duro lavoro - ha detto Marco Mattiacci - Mi piace parlare con i fatti, abbiamo due piloti estremamente motivati e combattivi, e un gruppo di lavoro coeso che ha pienamente condiviso e supportato l’idea di aprire e costruire un nuovo ciclo vincente”.";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail