Gp Monaco F1 2014: Raikkonen "La Ferrari cresce, i risultati arriveranno"

La gara del Principato è un'occasione importante per la Ferrari: "E' una gara eccitante, non dovremo perdere tempo"

Spanish F1 Grand Prix - Race

La stagione della Ferrari è iniziata in maniera decisamente negativa ed il rischio di averla già compromessa è elevato. Più che per i punti di distacco (già comunque tanti), per la differenza apparsa incolmabile con la Mercedes e non solo. Il Gp di Monaco sembra un’occasione rara, per l’anormalità del tracciato, per provare ad essere competitiva e cercare almeno una soddisfazione parziale, utile anche come spinta emotiva per il resto del Mondiale 2014. Anche se Montecarlo non porta storicamente grande fortuna alla rossa.

HAMILTON: "VOGLIO LA QUINTA VITTORIA"

Se Fernando Alonso sta, pur tra mille difficoltà, comunque riuscendo a fare qualche risultato discreto, la situazione di Kimi Raikkonen è ancora più complicata. Non è ancora andato oltre due settimi posti e non riesce a trovare il feeling giusto con la F14 T: non certo quello che si aspettava alla vigilia della stagione. Il finlandese prova comunque a mostrare un po’ di ottimismo: “La F14 T cresce e, passo dopo passo, sono convinto che i risultati arriveranno – ha spiegato - ma ci sarà bisogno di spingere più forte che mai per ottenerli”.

Come detto, il tracciato del Principato potrebbe aiutare un po’, visto che è uno dei pochi dove l’abilità del pilota conta quasi come la velocità della monoposto e la scuderia di Maranello ha al volante due campioni del mondo. “La competizione promette di essere eccitante – ha proseguito ‘Ice Man’ – e sarà fondamentale non perdere tempo nelle prove libere cercando di girare il più possibile per trovare quanto prima le giuste sensazioni tra i muretti”. Con la speranza che, per la prima volta nell’anno, questa eccitazione ci sia anche al termine della gara.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail