Ferrari, licenziato Iley per le lacune della F60

ferrari3

La Ferrari F60, nonostante i progressi palesati in Germania, è una monoposto poco felice. I risultati ottenuti nel corso della stagione sono la cartina di tornasole di un rendimento molto inferiore alle aspettative. Inutile nascondersi dietro giri di parole: il suo progetto non è nato sotto una buona stella.

La principale tara della "rossa" del 2009 è di natura aerodinamica. Più volte Felipe Massa e Kimi Raikkonen hanno parlato di scarso appoggio, bassa deportanza e scorrevolezza non ottimale nei rettifili. Questo ha prodotto animate discussioni, scaturite nella decisione di interrompere il rapporto con Jonh Iley.

L'ingegnere inglese, capo del settore incriminato, paga così la scarsa competitività del suo progetto. L'accordo prevede un'immediata separazione e l'impegno del tecnico a non collaborare con altri team nei prossimi sei mesi. Probabilmente l'obiettivo di fondo non è quello di punire il progettista, ma di evitare che sia lui ad occuparsi della monoposto 2010, i cui modelli in scala si apprestano a varcare la soglia della galleria del vento, per le prime valutazioni.

A Maranello non vogliono concedersi stagioni di transizione ed hanno un unico obiettivo: quello di vincere. Per riuscirci i vertici del "cavallino rampante" potrebbero muovere altre pedine dell'organigramma. Al momento l'icarico di Iley dovrebbe essere "tamponato" da Nic Tombazis, in attesa di una nuova nomina. Dal canto suo, il tecnico "licenziato" dovrebbe facilmente accasarsi in qualche altra squadra.

(Grazie Ciccius)

Via | Gazzetta.it

  • shares
  • Mail
31 commenti Aggiorna
Ordina: