F1 GP Gran Bretagna 2014: Silverstone dalla prospettiva Pirelli

I riflettori dell'automobilismo da corsa tornano ad accendersi sulla Formula 1, per un nuovo appuntamento agonistico. Ecco come Pirelli si prepara all'impegno.

Medium-and-hard-P-Zero-compounds

Nel weekend alle porte si svolgerà il GP Gran Bretagna, nuova tappa del calendario iridato, con lo storico appuntamento di Silverstone. Qui, nel 1950, si tenne il primo Gran Premio valido per il campionato del mondo di Formula 1.

L'anno dopo, sulla stessa pista, ricavata in un vecchio aeroporto, la Ferrari ottenne la sua prima vittoria nel Circus, con Juan Froilan Gonzales al volante. Ora il quadro è diverso. Al momento, in testa alle classifiche iridate, c’è la Mercedes, protagonista di un avvio di stagione luminoso.

F1 Gp Gran Bretagna 2014: Ferrari, a Silverstone la prima vittoria nel Circus

Pirelli è pronta alla sfida alle porte, che andrà in scena in quella che è un po’ la seconda gara di casa per l’azienda italiana, che ha a Didcot, a meno di un’ora da Silverstone, il proprio polo logistico. Per far fronte all'impegno, i tecnici milanesi hanno scelto i due pneumatici più duri della gamma P Zero: l’Orange hard e il White medium.

Il tracciato dove le monoposto scenderanno in pista è conosciuto per essere uno dei più veloci dell’anno, dove viene scaricato il più alto carico di energia sulle gomme. A rendere le cose ancora più difficili ci pensa il meteo generalmente variabile, con un’alta probabilità di pioggia durante il fine settimana e diverse temperature e velocità del vento. Questo può a volte rendere ostico il confronto dei dati ottenuti nelle prove libere con le reali condizioni di gara.

In questo scenario il lavoro è particolarmente complesso, ma niente in Formula 1 è facile e scontato. Per vedere come andrà a finire non ci resta che attendere ancora qualche giorno, per vivere la trama agonistica di uno degli appuntamenti sportivi più importanti dell’anno.

  • shares
  • Mail